NOTIZIE LOCALI

Cronaca Il Comune: Prima di qualsiasi decisione il confronto con la gente

Color Glass & questioni ambientali Infuocata assemblea a Trestina

- CITTA' DI CASTELLO -
SI E' SVOLTA a Trestina un'affollata assemblea pubblica attorno alle questioni ambientali che si sono aperte, in zona, a seguito della richiesta dell'azienda Color Glass (che lavori rifiuti speciali non pericolosi) ad ampliare la propria produzione. Ma l'assemblea, indetta dal Comune insieme ad Arpa e altri tecnici Usl, è diventata un più ampio terreno di confronto per tutte le altre problematiche della zona sud, come quella di Calzolaro. Infatti una nutrita delegazione del Comitato per la Salute era presenta in sala ed ha acceso un confronto piuttosto caldo, soprattutto attorno all'operato della Splendorini Ecop Partner (che recuopera rifiuti organici). SUL TAVOLO dunque molti argomenti per un confronto che si è protratto fino a tarda notte. Per quanto riguarda la vicenda Color Glass il sindaco Luciano Bacchetta ha ribadito «la volontà di condividere ogni percorso legato ad autorizzazioni che siano oggetto di qualsiasi problematica, fermo restando ovviamente il rispetto assoluto della legge». Tra i cittadini c'è stato un dibattito ricco, articolato e approfondito, che ha visto la partecipazione dei tecnici dell'Arpa e della Usl Umbria 1 mentre per il Comune di Città di Castello oltre al sindaco anche il vice Michele Bettarelli e gli assessori Massimo Massetti, Rossella Cestini e Luca Secondi con i tecnici comunali competenti in materia ambientale e urbanistica. «Il confronto - riferisce ancora Bacchetta - è stato improntato alla garanzia dell'assoluta trasparenza di ogni decisione relativa agli insediamenti produttivi, in merito ai quali la popolazione residente vuole giustamente conoscere le finalità». Diverso il discorso per la Ecopartner di Calzolaro - che opera nel territorio del comune di Umbertide - con alcuni esponenti del comitato (tra i quali Luciano Neri) che hanno chiesto delucidazioni ai tecnici anche sullo stato di salute del fiume Seano, al centro di un delicato caso di inquinamento. L'AVVIO di una serie di indagini ha tuttavia bloccato l'approfondimento del caso, coperto per ora da una stretta cortina di riserbo. Sulla vicenda della ‘Ecopartner' è intervenuto il sindaco Bacchetta che ha ribadito «l'assoluta estraneità dell'amministrazione comunale ai provvedimenti autorizzativi dell'azienda. Qualunque decisione futura, per quanto compete alla nostra società partecipata, cioè Sogepu (interessata al rilievo di alcune quote della Ecopartner, ndr), sarà oggetto di confronto con i cittadini del Calzolaro, perché il comune di Città di Castello - ha precisato - non ha alcuna intenzione di assumersi responsabilità e colpe altrui».
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 12-10-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Inserisci qua il tuo commento

Ti ricordiamo che se desideri vedere il tuo commento pubblicato devi firmarlo.
Se č la prima volta che inserisci un commento dovrai validare il tuo indirizzo di posta elettronica cliccando sul link che riceverai per e-mail.
Il tuo commento verrā pubblicato nello spazio "I vostri commenti". Grazie per la tua collaborazione.
Nome
E-mail   Visualizza
il tuo commento:
Consenso privacy Accetto NON accetto
Consenso Com. Comm. Accetto NON accetto
Digita i 6 caratteri dell'immagine

Attenzione: tutti i campi sono obbligatori.

Che Tempo Fara'