NOTIZIE LOCALI

Altre di Cronaca La vittima picchiata dopo aver sporto denuncia in caserma

Aggredisce la rivale in amore Donna finisce sotto processo

– CITTA’ DI CASTELLO – AGGREDITA e picchiata dalla ‘rivale’ in amore proprio mentre stava uscendo dalla caserma dei carabinieri dove l’aveva denunciata. E’ stata la molla della gelosia a scatenare una serie di minacce e lesioni ai danni di una donna di 48 anni - fidanzata all’epoca dei fatti - dell’uomo di cui si era invaghita anche l’altra, ora finita a processo. Protagoniste di questa vicenda sono due donne, entrambe residenti in Altotevere. Sullo sfondo: la contesa di un uomo. La vittima è la quarantottenne, finita nelle mire dell’altra (43 anni) che si era invaghita del suo fidanzato. In questi giorni si apre il processo ai danni della più giovane delle due che deve rispondere dei reati di violenza privata e aggressione. Il tutto ha avuto inizio alcuni anni fa, nel 2013, quando la quarantatreenne aveva conosciuto il libero professionista, per il quale aveva perso la testa. Un amore, però, non corrisposto, visto che l’uomo era già legato a una tifernate. Ma, si sa, l’amore non teme rivali: così la donna iniziava un lungo corteggiamento verso l’uomo. IL LIBERO professionista, però, non cedeva alle sue lusinghe. A questo punto la quarantatreenne iniziava a prendere di mira, inspiegabilmente, la compagna dell’uomo che, in poco tempo, diventava il bersaglio preferito per insulti e minacce. Addirittura in più occasioni erano arrivate delle intimidazioni telefoniche, anche nel cuore della notte. La donna, insieme al fidanzato oggetto del contendere, dopo l’ennesima chiamata, ha deciso di raccontare tutto alle forze dell’ordine. E qui arriva il colpo di scena: proprio quando stava uscendo dalla caserma dei carabinieri di Sansepolcro la «rivale» in amore è entrata in azione. La quarantatreenne, infatti, la stava aspettando nella zona e, dopo aver atteso che si fosse allontanata un po’ dalla caserma, è entrata in azione con pugni e schiaffi. La ‘vittima’ è riuscita, alla fine, ad allontanarsi ed è tornata prima dai carabinieri per denunciarla nuovamente e si è poi recata in ospedale, dove è stata soccorsa. Dopo 5 anni, e al termine delle indagini coordinate dal pm aretino Rossi, proprio in questi giorni il procedimento verso la quarantatreenne entra nel vivo nel tribunale di Arezzo, con una nuova udienza. La donna che ha aggredito la presunta «rivale» in amore è difesa dal legale di fiducia, avvocato Simone Bartolomei, mentre la quarantottenne è rappresentata da Eleonora Paolieri di Città di Castello. notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 13-01-2018 da wineuropa

Invia il tuo commento

Inserisci qua il tuo commento

Ti ricordiamo che se desideri vedere il tuo commento pubblicato devi firmarlo.
Se č la prima volta che inserisci un commento dovrai validare il tuo indirizzo di posta elettronica cliccando sul link che riceverai per e-mail.
Il tuo commento verrā pubblicato nello spazio "I vostri commenti". Grazie per la tua collaborazione.
Nome
E-mail   Visualizza
il tuo commento:
Consenso privacy Accetto NON accetto
Consenso Com. Comm. Accetto NON accetto
Digita i 6 caratteri dell'immagine

Attenzione: tutti i campi sono obbligatori.

Che Tempo Fara'