Newsletter Wineuropa

Tecnologia & Comunicazione L'azienda di Cupertino ha dovuto rispondere ad alcune domande del senatore USA

Apple: Ecco perche' non abbiamo detto dei rallentamenti agli iPhone'

L'azienda di Cupertino ha dovuto rispondere ad alcune domande del senatore USA che aveva chiesto chiarimenti sulle differenze tra i changelog degli aggiornamenti di iOS 10.2.1 i quali non descrivevano i rallentamenti forzati degli iPhone.

di Bruno Mucciarelli
Il senatore americano John Thune, capo della maggioranza al Senato e Presidente della Commissione per il Commercio, ha chiesto lumi sul silenzio da parte di Apple durante gli aggiornamenti del suo sistema operativo iOS che hanno portato ad un rallentamento vistoso dei device, scoperto solo per mano di alcuni utenti. Apple ha risposto che la sua decisione di non dichiarare da subito la volontà di rallentare gli iPhone è stata realizzata per avere la certezza che il procedimento funzionasse sulla risoluzione degli improvvisi spegnimenti.

 

Ciò che però non torna alla commissione del Senato americana è il fatto che il testo che descriveva l'aggiornamento è stato poi successivamente modificato con diverse indicazioni. Di fronte alla commissione, Apple, avrebbe dichiarato di aver rilasciato l'aggiornamento ad iOS 10.2.1 per iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s, iPhone 6s Plus e iPhone SE durante il mese di gennaio del 2017 pronta a ricevere i dati diagnostici degli iPhone e dunque capire se l'update funzionasse sugli improvvisi spegnimenti. Successivamente, e cioè a febbraio 2017, ha deciso di aggiornare il changelog di iOS 10.2.1 che far sapere agli utenti che l'aggiornamento avrebbe portato ad una nuova gestione dei processori durante i carichi di picco negli smartphone con batteria consumata.

Apple però non ha detto effettivamente agli utenti inizialmente che l'aggiornamento ad iOS 10.2.1 avrebbe modificato il funzionamento del proprio device e questo che ha portato in giudizio l'azienda di Cupertino in diversi paesi del mondo. L'ammissione oltretutto è avvenuta poi a posteriori con un programma avviato di sostituzione delle batterie a prezzo ridotto.

Proprio con il rilascio della seconda Beta di iOS 11.3 oltretutto a Cupertino si è deciso di correre ai ripari in tal senso e di aggiungere uno specifico menu riguardante la batteria. In questo caso l'azienda ha integrato messaggi molto dettagliati sulla funzione di gestione delle prestazioni e soprattutto sullo stato della salute della batteria dello smartphone. In questo caso se lo stato risulta ottimale chiaramente il device non subisce alcun tipo di rallentamento ma se l'algoritmo capisce che la batteria non è in grado di supportare i picchi di potenza viene attivato il sistema di gestione che riduce il livello di prestazioni.
tratto da hwupgrade.it

 

Inserita il : 08-02-2018 da wineuropa

Invia il tuo commento

Inserisci qua il tuo commento

Ti ricordiamo che se desideri vedere il tuo commento pubblicato devi firmarlo.
Se è la prima volta che inserisci un commento dovrai validare il tuo indirizzo di posta elettronica cliccando sul link che riceverai per e-mail.
Il tuo commento verrà pubblicato nello spazio "I vostri commenti". Grazie per la tua collaborazione.
Nome
E-mail   Visualizza
il tuo commento:
Consenso privacy Accetto NON accetto
Consenso Com. Comm. Accetto NON accetto
Digita i 6 caratteri dell'immagine

Attenzione: tutti i campi sono obbligatori.

Che Tempo Fara'

Sansepolcro Tempo Min Max
martedì 8 15
mercoledì 7 20
giovedì 9 20