NOTIZIE LOCALI

Cronaca Soltanto a un pilota della cronoscalata, in base a quanto risulta, sarebbe stata ritirata la patente. Per il resto, gli stessi concorrenti hanno lodato l'opera delle forze dell'ordine

La Pro Spino Team sulle patenti ritirate dalla Forestale: Visione viziata e distorta della realta'

A proposito di prove clandestine e di patenti ritirate, il comitato organizzatore della 40ª Cronoscalata Pieve Santo Stefano ? Passo dello Spino desidera chiarire alcuni aspetti in merito ad articoli e servizi televisivi apparsi sui mezzi di informazione locali per quanto avvenuto lungo la provinciale 208 nei giorni precedenti la gara. "Secondo quanto affermato negli articoli e servizi ? scrive la Pro Spino Team - sarebbe stata ritirata la patente a ben 10 piloti iscritti alla salita pievana, sorpresi a effettuare prove pirata. Tra i concorrenti, a noi risulta invece che un solo pilota sia stato sanzionato con ritiro della patente e infatti non ha preso il via alla gara. Teniamo a sottolineare questo particolare e dispiace notare come notizie del genere diano una visione viziata e distorta della realtà di una manifestazione come la cronoscalata dello Spino. Che non è una corsa clandestina, ma un evento di caratura internazionale, appartenente a una disciplina motoristica riconosciuta da Aci-Csai e Fia, soggetta a rigidi regolamenti anche in materia di rispetto del codice stradale che i piloti conoscono bene e a cui si attengono, pena l'incorrere nell'esclusione dalla gara. Anzi, sono stati gli stessi concorrenti della salita a sottolineare l'ottimo clima di collaborazione e la lodevole opera delle forze dell'ordine di Pieve nel pattugliamento della provinciale 208, opera grazie alla quale i piloti hanno potuto fare le ricognizioni del percorso di gara in mountain-bike o a piedi (perché è così che provano i veri piloti) in tutta sicurezza. Anche come comitato organizzatore desideriamo quindi ringraziare sia le forze dell'ordine per la loro presenza rassicurante lungo il Passo dello Spino, sia il Corpo Forestale e il personale dell'Unione dei Comuni per l'importante opera di presidio antincendio a tutela dei nostri boschi in un weekend caldo e secco come quello appena concluso, il tutto in un clima di collaborazione fattiva che perdura ormai da anni. Oltre al totale dei punti sottratti alle patenti di automobilisti scorretti, che poco o nulla hanno a che fare con il mondo della velocità in salita, sarebbe corretto che i mezzi di informazione sottolineassero i veri numeri dello Spino, come le oltre 6000 persone (il doppio della popolazione di Pieve) tra addetti ai lavori, stampa e spettatori che si riversano in Valtiberina in occasione della gara, creando un indotto notevole in tempi di "vacche magre" come questi. Ricordiamo infine il motto impresso nelle t-shirt e nei gadget del nostro team: "Corri in gara, non sulla strada", che è il vero messaggio che vuole trasmettere il mondo del motorsport", conclude la Pro Spino Team.


(notizia tratta da www.saturnonotizie.it)

Inserita il : 20-06-2012 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Cronaca

Promozione del risparmio energetico: la citta' spegne le luci

SANSEPOLCRO IL COMUNE HA ORGANIZZATO PER DOMANI SERA UNA SERIE DI APPUNTAMENTI NELL'AMBITO DELL'INIZIATIVA NAZIONALE

L'APPUNTAMENTO è per domani sera con il braciere al posto dei lampioni. Per il secondo anno consecutivo, Sansepolcro aderisce all'iniziativa «M'illumino di Meno», la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico ideata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar - Radio 2, vincitrice nel 2016 del premio nazionale «Cultura della Pace». Come noto, l'iniziativa... continua >>

(22-02-2018)

Il vinile al tempo dell'i-Pod, la mostra del liceo

SANSEPOLCRO GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA CURATA DAI RAGAZZI DEL GIOVAGNOLI

IL VINILE, ovvero il disco con il microsolco, prodotto di una generazione precedente che però quella attuale sta riportando alla ribalta. In questi giorni, nei quali ricorrono i 70 anni dalla sua nascita (prima 78 giri e poi 33), il liceo artistico «Giovagnoli» di Sansepolcro è protagonista a Palazzo Pretorio... continua >>

(27-01-2018)

Dirigente infedele, scattano le perquisizioni

Spy story, c'e' l'inchiesta

di FABRIZIO PALADINO e SERGIO ROSSI HA FATTO clamore il caso Aboca, la spy story smascherata da Valentino Mercati, il patron della grande azienda di Sansepolcro. La vicenda venne a galla a fine dicembre quando fu lo stesso Mercati davanti all'assemblea dei dipendenti, convocata per gli auguri di Natale, a... continua >>

(27-01-2018)

Che Tempo Fara'