NOTIZIE LOCALI

Cronaca Aveva lanciato cibo avariato contro il monumento. Ora arrivano le telecamere

Rovina il cippo dell'Arma, preso il vandalo

DETURPATO per ben tre volte in meno di quattro mesi. Il monumento ai carabinieri, situato davanti al parcheggio Ferri a Città di Castello, è stato bersagliato con carne e frutti avariati e marci da un vandalo, che è stato fermato e identificato dai militari tifernati. Non è tutto, perché nei giorni scorsi anche i genitori del colonnello Valerio Gildoni, medaglia d'oro al valore militare, hanno denunciato al sindaco e ai carabinieri atti di vandalismo continuati verso la tomba del figlio. Gesti che sarebbero ripetuti anche in altre tombe.
QUESTI ATTI potrebbero portare all'installazione di telecamere sia al cimitero che al monumento dell'associazione dei carabinieri. Il cippo, infatti, è stato più volte bersaglio di vandalismi ma il responsabile è stato fermato. Il tutto è avvenuto qualche giorno fa quando i vertici della sezione locale dell'associazione carabinieri in congedo hanno visto una persona che, dopo aver gettato qualcosa in direzione del monumento, stava scappando in sella a una bicicletta. Subito si sono fermati e hanno chiamato i carabinieri, fornendo un preciso identikit dell'uomo. I militari sono immediatamente arrivati nei pressi del monumento e bloccato il quarantacinquenne, che è stato portato in caserma e denunciato. «Non è la prima volta che il monumento ai caduti dell'arma viene imbrattato - ha spiegato il presidente del sodalizio Mario Menghi - per altre due volte è stato al centro delle azioni dei vandali. Una volta hanno tirato della frutta avariata, un'altra della carne andata a male: sempre nella parte anteriore, poco sotto la fiamma. Ogni volta che succedeva, dopo aver informato i carabinieri, abbiamo ripulito il monumento a spese dell'associazione. C'è dispiaciuto per quanto accaduto: questo è un simbolo e serve per ricordare che qualcuno ha dato la propria vita per la nostra libertà». A questo punto il direttivo ha deciso di installare telecamere per sorvegliare la zona.
Ca.Sto.
notizie tratte da La Nazione

Inserita il : 09-04-2014 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Cronaca

Il vinile al tempo dell'i-Pod, la mostra del liceo

SANSEPOLCRO GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA CURATA DAI RAGAZZI DEL GIOVAGNOLI

IL VINILE, ovvero il disco con il microsolco, prodotto di una generazione precedente che però quella attuale sta riportando alla ribalta. In questi giorni, nei quali ricorrono i 70 anni dalla sua nascita (prima 78 giri e poi 33), il liceo artistico «Giovagnoli» di Sansepolcro è protagonista a Palazzo Pretorio... continua >>

(27-01-2018)

Dirigente infedele, scattano le perquisizioni

Spy story, c'e' l'inchiesta

di FABRIZIO PALADINO e SERGIO ROSSI HA FATTO clamore il caso Aboca, la spy story smascherata da Valentino Mercati, il patron della grande azienda di Sansepolcro. La vicenda venne a galla a fine dicembre quando fu lo stesso Mercati davanti all'assemblea dei dipendenti, convocata per gli auguri di Natale, a... continua >>

(27-01-2018)

Che Tempo Fara'