NOTIZIE LOCALI

Cronaca Visionate le immagini delle telecamere per individuare i colpevoli

Decapitato il cippo di Venanzio Gabriotti. Condanna dal mondo politico e civile

DANNEGGIATO il cippo in memoria di Venanzio Gabriotti (nella foto), a cui hanno staccato la testa in bronzo, la scultura ricordava il partigiano tifernate ucciso da un plotone di nazi-fascisti il 9 maggio 1944 lungo il torrente Scatorbia, e Medaglia d'oro al valor militare alla memoria. Ad accorgersi di quanto accaduto sono stati alcuni tifernati che ieri mattina, intorno alle 9.30, stavano camminando lungo viale Vittorio Veneto, dove è situato il cippo. Subito hanno contattato i carabinieri che sono arrivati per cercare di dare un volto a coloro che hanno effettuato questo danneggiamento.
L'ATTO potrebbe essere avvenuto nella notte fra mercoledì e giovedì: ignoti hanno letteralmente decapitato il cippo. La testa di bronzo, che raffigura Gabriotti, è stata ritrovata a terra, a pochi metri dalla struttura in marmo. I militari, coordinati dal Luogotenente Fabrizio Capalti, hanno visionato alcune telecamere degli istituti di credito, situati proprio davanti alla struttura. Nel frattempo in città cresce lo sdegno da parte dei cittadini, e non solo, per questo atto. «Condanniamo un gesto che per la sua bassezza non può che essere frutto di teppismo e abbiamo già provveduto perché il busto sia ripristinato quanto prima - queste le parole del sindaco tifernate Luciano Bacchetta, che aggiunge - chiunque sia stato, ha compiuto un gesto incivile, barbaro».
Laura Agea, europarlamentare tifernate del Movimento 5 Stelle parla di «Un atto frutto di ignoranza, perché se solo chi ha commesso questa sciocca bravata avesse studiato un po', di certo si sarebbe guardato dal fare questo gesto».
IL DEPUTATO tifernate del Pd Walter Verini - in una dichiarazione - si augura che «Questo gesto sia stato soltanto un gesto di vandalismo, compiuto da cretini. Se invece avessero avuto la consapevolezza di offendere e ferire Città di Castello, allora sarebbero anche delinquenti». Anche il Partito Democratico condanna l'atto vandalico compiuto contro il cippo di Venanzio Gabriotti. «Un gesto - hanno spiegato - che rappresenta non solo uno sfregio del patrimonio collettivo, ma soprattutto un atto contro ciò che Gabriotti rappresenta per la nostra città e per il nostro Paese».
notizie tratte da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 14-08-2015 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Cronaca

DOPPIA INCHIESTA

Soldi e lotti: acquisiti i documenti in Comune

di ERIKA PONTINI e FRANCESCA MARRUCO - PERUGIA - DA UNA PARTE il flusso di finanziamenti per costruire la moschea di Umbertide; dall'altra l'iter amministrativo per la vendita dei terreni comunali e la variante al Piano regolatore con il permesso a costruire una struttura da 650 metri quadrati: sono due... continua >>

(24-11-2017)

La Usl rassicura i cittadini. Famiglie sul piede di guerra

Scabbia a scuola, lettera ai genitori Basso rischio ma controllate i figli

CITTA' DI CASTELLO - UN CASO di scabbia è stato registrato in una scuola della città. L'infezione della pelle causata da un acaro è stata segnalata in una classe dell'elementare di San Pio X. Subito la Usl Umbria 1, con la responsabile del servizio di igiene e sanità pubblica, e... continua >>

(23-11-2017)

Addio Oriano

E' morto a 61 anni il presidente dell'Unitab

- CITTA' DI CASTELLO - ORIANO GIOGLIO per la tabacchicoltura era un punto di riferimento storico, un padre di tante battaglie e, per questo, è stato protagonista dello sviluppo economico dell'Umbria. Uomo dai modi garbati, si è mossa per una vita intera ai vertici delle maggiori organizzazioni nazionali ed europee... continua >>

(23-11-2017)

Assolti due imprenditori tifernati

IL PROCESSO ERANO ACCUSATI DI AGGRESSIONE

- CITTA' DI CASTELLO - ERANO accusati di essere i mandanti di un'aggressione, ma sono stati assolti per non aver commesso il fatto. Si tratta di due imprenditori di Città di Castello (Sandro Pauselli e la moglie, Alida Cecconi), accusati di essere i mandanti di un episodio avvenuto a maggio... continua >>

(22-11-2017)

Delitto di Katia, l’assassino fa ricorso in appello

SANSEPOLCRO I LEGALI DI PITER POLVERINI PUNTANO AD OTTENERE UNO SCONTO DI PENA

FA APPELLO contro la sentenza di primo grado Piter Polverini, l'uomo che nella notte tra l'11 e il 12 luglio dello scorso anno uccise Katia Dell'Omarino. In primo grado i giudici avevano inflitto all'uomo una condanna a 16 anni, il massimo possibile con il rito abbreviato. Ma contro quella sentenza... continua >>

(22-11-2017)

Benedetta Rossi tredicesima tra le italiane: Un sogno che si avvera

La maratona come regalo di laurea Neodottoressa incanta New York

- CITTA' DI CASTELLO - QUEL PETTORALE, il numero 15.215 della Maratona di New York, è arrivato come regalo per il raggiungimento della laurea. Così la tifernate Benedetta Rossi ha coronato il sogno di tutti i maratoneti, correre la maratona più famosa del mondo. Un desiderio che si avvera a... continua >>

(21-11-2017)

In aumento gli accessi al Pronto soccorso Presto una nuova unita' mobile

UMBERTIDE IL PD: ‘MA SERVE PIU’ PERSONALE’

- UMBERTIDE - SONO NUMERI importanti quelli dell'ospedale di Umbertide, diffusi dal direttore ngenerale della Asl 1 Andrea Casciari. Il pronto soccorso ha visto 13.829 accessi (+561 rispetto al 2016 +1.037 rispetto al 2015), mentre gli interventi di chirurgia ambulatoriale segnano un +124. Funziona il modello... continua >>

(21-11-2017)

Stadio inagibile: ma finalmente partono i lavori

SANSEPOLCRO IN SETTIMANA L’INTERVENTO, IL RITORNO AL 'BUITONI' FORSE IL 14 GENNAIO

PRENDERANNO IL VIA nel corso di questa settimana i lavori di riqualificazione dello stadio Buitoni di Sansepolcro, con la speranza che le condizioni atmosferiche non siano tali da far slittare i tempi oltre l'obiettivo prefissato dall'amministrazione comunale. «Il Sansepolcro giocherà un'altra partita a Città di Castello, quella del 10 dicembre... continua >>

(20-11-2017)

Aveva illuso una ragazza e si era fatta consegnare soldi dalla famiglia

Ti faccio assumere in Comune Donna condannata a 14 mesi

di FRANCESCA MARRUCO - CITTA' DI CASTELLO -UN ANNO e due mesi con pena sospesa e parti civili escluse. E' finito con un patteggiamento il processo ad una 47enne di Umbertide che aveva fatto credere ad una ragazza che le avrebbe fatto ottenere un posto come archivista in Comune. Inoltre... continua >>

(17-11-2017)

Ladri in azione, svaligiati due appartamenti

SANSEPOLCRO SVENTATI ALTRI DUE COLPI, TORNA L’APPRENSIONE TRA LA POPOLAZIONE

DUE FURTI sventati domenica scorsa, ma anche due messi a segno nel corso della settimana. Con il buio già calato, i ladri hanno colpito a inizio settimana in un paio di appartamenti a Sansepolcro e anche l'ammontare del bottino trafugato sembra avere una certa consistenza. Il primo di questi appartamenti... continua >>

(17-11-2017)

Che Tempo Fara'