NOTIZIE LOCALI

Politica Sansepolcro: il sindaco scioglie le riserve. Arrivato il momento

Frullani-bis, e' la settimana decisiva

di CLAUDIO ROSELLI
ANCORA POCHI giorni per sfogliare gli ultimi petali della margherita e prendere la decisione. Stiamo parlando di Daniela Frullani, sindaco uscente di Sansepolcro, che nel corso di questa settimana scioglierà le proprie riserve sulla candidatura bis per la corsa a Palazzo delle Laudi, avanzata dal Partito Democratico per le consultazioni amministrative che si terranno quasi certamente il 12 giugno.
La diretta interessata conferma: «Sì, è giunto il momento di imboccare una delle due strade. Anche se ci sono 4 mesi davanti, la situazione è tale da non imporre più un allungamento dei tempi». In novembre, lei aveva posto quale condizione vincolante per dire «sì» il ricompattamento del centrosinistra biturgense. Conferma questa posizione? «Certamente! Ci potrà essere un minimo di spazio per il confronto, ma rimango di questo avviso: l'unità è fondamentale per me».
Le dichiarazioni del primo cittadino lasciano intendere che non sarà una scelta facile, perché le garanzie da lei richieste ancora non ci sono; anzi, lo scorso 20 gennaio si è persino rotto il tavolo delle trattative con i Democratici per Cambiare, ovvero con la componente fondamentale per riunificare il centrosinistra e che dal 2011 siede sugli scranni dell'opposizione consiliare; una svolta a sorpresa della situazione, perché solo tre giorni prima era tutto definito.
COME PIÙ VOLTE sottolineato, le minoranze all'interno dei due schieramenti e alcuni personaggi seduti al tavolo delle trattative, si sono rese protagoniste di un «colpo di coda» e hanno avuto la meglio sulla volontà della maggior parte degli iscritti dei due schieramenti, ma soprattutto sulla volontà di una Sansepolcro che - lo si deduce dalle affermazioni della gente - auspica il ricompattamento fra le varie «anime», perché è opinione generale che il bene della città non possa prescindere dalla sua governabilità.
Al momento, tuttavia, sembrano aver avuto la meglio questioni personali (le cosiddette «ruggini») fra esponenti dei vari schieramenti che gli interessi della collettività. La Frullani, che all'interno del Pd rimane comunque la figura di maggiore spessore e aggregante, si ritrova ad oggi con gli stessi alleati: la lista civica InComune e il Psi, che sicuramente alzeranno le poste con pretese di candidature in giunta e deleghe pesanti. Alla situazione tesa in casa Pd guardano con attenzione gli avversari del centrodestra, che da una parte appaiono rinfrancati ma che dall'altra sono ancora alla ricerca di un candidato «spendibile»; in mezzo, c'è una interessante componente moderata e cattolica che potrebbe diventare un pesante «terzo incomodo» non soltanto di nome ma anche di fatto, specie se qui confluissero i Democratici per Cambiare e altri movimenti sorti in città, che stanno portando avanti le loro «crociate».
notizie tratte da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 16-02-2016 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Politica

Galmacci guida la Lega: Stop ai lavori per la moschea

UMBERTIDE PARLA IL NUOVO COMMISSARIO CITTADINO: LA SICUREZZA E' LA NOSTRA PRIORITA'

- UMBERTIDE - VITTORIO GALMACCI è il nuovo commissario cittadino per la Lega di Umbertide, Montone, Lisciano Niccone e Pietralunga. Ad annunciarlo il senatore Stefano Candiani, segretario della Lega in Umbria. Umbertidese, 67 anni, pensionato ed ex dirigente di un'industria farmaceutica, Galmacci ha numerose esperienze politiche alle spalle. DA SEMPRE... continua >>

(02-01-2018)

L'amministrazione Polcri nel mirino Sindaco e due assessori non bastano

ANGHIARI IL BILANCIO CRITICO DI 'INSIEME'

PROMESSE non mantenute e occasioni perse: l'opposizione di «Insieme per Anghiari» boccia in maniera inesorabile l'amministrazione del sindaco Alessandro Polcri a un anno e mezzo dal suo insediamento. Il no al dipendente da mettere a disposizione per la riapertura dell'ufficio del giudice di pace, quello alla mozione sul regolamento per... continua >>

(02-01-2018)

L’ex sindaco Locchi al contrattacco I Comuni si commissariano per mafia

UMBERTIDE INCONTRO AL RISTORANTE ADAMO

- UMBERTIDE - C'ERANO oltre 400 persone l'altro ieri sera ad ascoltare le ragioni di Marco Locchi. Un numero inatteso, su cui pochi avrebbero scommesso e che testimonia la vicinanza di una parte della città all'ex primo cittadino spodestato assieme - forse - ad una scelta di campo in vista... continua >>

(29-12-2017)

Umbertide: il leader della Lega Nord annuncia il suo arrivo in citta'

Crisi di giunta, adesso spunta Salvini Stop alla moschea se vinciamo noi

- UMBERTIDE - NON PASSERÀ, adesso meno che mai. La moschea di Umbertide è come il prezzemolo, sta bene dappertutto, e non poteva mancarne un po' nella crisi istituzionale che ha portato alla caduta della giunta Locchi. Un fatto che finisce per rimbalzare in cronaca nazionale, con il segretario della... continua >>

(21-12-2017)

Niente lezioni di coerenza

UMBERTIDE DURA REPLICA DEL PD AL SINDACO LOCCHI

- UMBERTIDE - «NIENTE LEZIONI di coerenza da chi ha lavorato per cambiare la maggioranza del governo cittadino». E' la dura risposta del PD umbertidese alle dichiarazioni dell'ex sindaco Marco Locchi dei giorni scorsi. Ad essa si aggiunge quella altrettanto netta dei segretari regionali e provinciali del partito, Giacomo... continua >>

(19-12-2017)

Cittadini perplessi dopo il siluramento del sindaco Marco Locchi

La gente di Umbertide preoccupata Quali progetti per il nostro futuro?

di PAOLO IPPOLITI - UMBERTIDE - CHI IN QUESTI giorni ha frequentato piazze e bar di Umbertide ha percepito almeno tre cose: la prima è lo sbalordimento di fronte ad un fatto ritenuto inimmaginabile, ovvero la caduta del governo della città stante la storica e (fino all'altro ieri) imperturbabile forza... continua >>

(18-12-2017)

Che Tempo Fara'