NOTIZIE LOCALI

Altre di Cronaca Investimento di centomila euro anche nell'area a ridosso del fiume

Ora il Tevere e' diventato piu' sicuro Argini e pulizia, interventi conclusi

di CLAUDIO ROSELLI  
FINALMENTE un aspetto dignitoso, o comunque migliore, per l'alveo del Tevere dal ponte sulla Senese Aretina a Sansepolcro fino al confine con l'Umbria. Gli interventi di ripulitura eseguiti non hanno avuto una finalità meramente «estetica» (della quale c'era comunque bisogno) ma anche di sicurezza; si può pertanto parlare di lavori di consolidamento degli argini longitudinali, oltre che di riprofilatura idraulica, resi necessari dai due eventi che hanno lasciato il segno: il cedimento del muro di sfioro della diga di Montedoglio - si torna quindi indietro di oltre sei anni, al 29 dicembre 2010 - e il forte vento del 5 marzo 2015, che aveva spezzato gli alberi, poi finiti sull'alveo del fiume. Gli operai dell'Unione dei Comuni della Valtiberina Toscana hanno impiegato qualche mese per una operazione finanziata dalla Regione Toscana per il 70% Consorzio 2 Alto Valdarno per la restante parte. Assieme al taglio della vegetazione sulle sponde, l'approntamento di una serie di massicciate nei punti più critici e la rimozione dei tronchi abbattuti dalla tormenta di due anni fa ha cambiato veste al tratto di Tevere che chi arriva a Sansepolcro può vedere anche transitando in auto sopra il ponte.

«QUELLA ZONA non si riconosce, tanto che è riuscita a far rifiorire (in parte era comunque sempre visibile) pure il vecchio ponte sul fiume Tevere crollato anni fa», fa notare in una propria nota l'Unione dei Comuni. «Un lavoro iniziato nell'ottobre scorso - prosegue - che ha preso il via dal confine regionale per poi risalire a nord fino al ponte sulla Senese Aretina. Certo, questo è il punto di maggiore visibilità, ma altre sono state le zone oggetto dell'intervento». L'importo complessivo è stato superiore ai 100mila euro: è stata una ditta con sede ad Anghiari, la quale ha in dotazione mezzi particolari e idonei, a provvedere alla rimozione della vegetazione presente fin dentro l'alveo del Tevere e alla riprofilatura idraulica, in grado così anche di «sopportare« flussi di acqua ben maggiori. Ruspe ed escavatori per oltre una settimana hanno concentrato l'attenzione proprio nel tratto a ridosso del ponte: la vegetazione è stata rimossa e a Sansepolcro è arrivato pure un apposito macchinario che ha provveduto ad effettuare sul posto del cippato. Inoltre, attraverso un secondo finanziamento sono stati eseguiti interventi anche sul torrente Afra, sia in prossimità dello sbocco sul Tevere, che sul Ponte di San Francesco e pure in prossimità dell'aviosuperficie di Palazzolo. Bene, un Tevere a posto costituisce il presupposto di partenza per arrivare alla conclusione scontata: perché non redigere un progetto di riqualificazione complessiva?
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

 

Inserita il : 13-04-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre di Cronaca

Sulla E45

Cabina del tir distrutta dalle fiamme Paura e disagi

E' RIUSCITO a fermare il tir in una piazzola di sosta prima che la cabina fosse completamente distrutta dalle fiamme. Paura questa mattina lungo la E45 fra Pierantonio e Umbertide in direzione di Cesena. Un rogo ha interessato un mezzo pesante, che trasportava sanitari. L'autista, appena ha capito cosa stava... continua >>

(27-04-2017)

Sicurezza, utilizziamo la Municipale

UMBERTIDE IL CONSIGLIERE GALMACCI DOPO GLI SPARI DELLA NOTTE DI PASQUA

«LA SITUAZIONE è veramente grave come d'altronde avevo più volte denunciato, finora però ben poco è stato fatto in tema di prevenzione. L'allora sindaco Giampiero Giulietti tergiversava sull'installazione di telecamere di videosorveglianza; il sindaco attuale Locchi invece, non si è ancora deciso a dotare i vigili urbani di armi previste... continua >>

(21-04-2017)

Interviene Burzigotti (Anmil): Non siamo piu' un'isola felice

Spari, Giulietti fa appello al ministro. 'A Umbertide servono piu' controlli'

UN'INTERROGAZIONE al ministro dell'interno Marco Minniti. L'ha presentata l'onorevole Giampiero Giulietti dopo la sparatoria della notte di Pasqua. «Un fatto - dice il deputato umbertidese - che testimonia una escalation di violenza della criminalità locale che fino ad oggi la nostra città non aveva conosciuto». E mentre la violenza che... continua >>

(20-04-2017)

Il giovane albanese confessa. Intanto le indagini vanno avanti

Ho sparato per un debito di droga Ma erano in otto, volevano pestarci

LA CONFESSIONE, almeno parziale, arriva subito. Il 24enne albanese indagato a piede libero per lesioni e porto abusivo d'arma da fuoco, rintracciato dopo il regolamento di conti in via Alfonsine a Umbertide, a pochi passi dal parco Ranieri, ammette di essere l'autore degli spari che hanno gambizzato un connazionale di... continua >>

(19-04-2017)

Raffica di colpi di pistola tra albanesi. Appello del sindaco al prefetto

Gambizzato nella notte di Pasqua La gente di Umbertide ha paura

«ERO sul piazzale della chiesa per la cerimonia del fuoco che precede la veglia di Pasqua. Intorno alle 22.30 ho sentito alcuni ‘botti'. Mi ha colpito la successione, prima un colpo poi altri 3 o 4 rapidissimi, che non è propria dei petardi. Ho pensato per un attimo fossero dei... continua >>

(18-04-2017)

Sessanta giorni di tempo per completare il lavoro: il pool di esperti

Katia, affidate le perizie su Piter. Sentenza a un anno esatto dal delitto

di FABRIZIO PALADINO A UN ANNO esatto dall'omicidio di Katia Dell'Omarino si conoscerà la sentenza di primo grado nei confronti del venticinquenne Piter Polverini, il giovane di San Giustino umbro in carcere dallo scorso mese di settembre con l'accusa di aver ucciso la donna di Sansepolcro. Ieri mattina, infatti, difronte al... continua >>

(15-04-2017)

Ma lo sciopero degli avvocati potrebbe di nuovo far saltare tutto

Delitto di Katia, oggi il via libera alla doppia perizia su Piter?

di CLAUDIO ROSELLI  OMICIDIO di Katia Dell'Omarino: è il giorno dell'ok alle due perizie su Piter Polverini. Ma non è detto. Stamani, in teoria, si torna in aula al tribunale di Arezzo per completare l'iter interrotto lo scorso 4 aprile, quando era venuta a mancare la notifica per uno dei... continua >>

(14-04-2017)

Al lavoro ragazzi e operatori del centro riabilitativo 'Flauto Magico'

Un gesto d'aiuto alla comunita' Ripulite le sponde del Tevere

PER ALCUNE ore hanno lasciato le loro strutture e, dopo aver indossato guanti e stivali ed essersi rimboccati le maniche, hanno dato una mano sotto lo sguardo attento degli operatori, per un nobile obiettivo: quello di ripulire le sponde del fiume Tevere. Sono i ragazzi diversamente abili del centro socio... continua >>

(13-04-2017)

Anghiari, blitz della forestale dei carabinieri. Non avevano nessuna autorizzazione

Trasportavano rifiuti speciali: tre finiscono nei guai

TRASPORTAVANO rifiuti speciali, alcuni dei quali pericolosi, senza la necessaria autorizzazione: in tre si sono beccati la denuncia da parte dei carabinieri della Stazione Forestale di Sansepolcro, che sono risaliti all'intero meccanismo di gestione dell'attività. Tutto è nato nel corso di un normale servizio di istituto: la pattuglia si trovava... continua >>

(12-04-2017)

Sansepolcro Ladro seriale finisce nella rete dei carabinieri. Il veicolo fatto sparire da una strada del centro storico

Rubava auto e negli appartamenti: arrestato un pizzaiolo

TENTA IL FURTO in un'abitazione dopo averne commessi alcuni il giorno prima, ma stavolta il proprietario lo scopre, costringendolo alla fuga e allora lui riesce ad allontanarsi con la Nissan Qashqai di una fornaia, poi recuperata il giorno seguente. Un venerdì pomeriggio movimentato, quello passato, per un 27enne pizzaiolo ucraino,... continua >>

(11-04-2017)

Che Tempo Fara'

Sansepolcro Tempo Min Max
venerdì 4 13
sabato 2 15
domenica 4 17