NOTIZIE LOCALI

Altre di Cronaca Il giovane albanese confessa. Intanto le indagini vanno avanti

Ho sparato per un debito di droga Ma erano in otto, volevano pestarci

LA CONFESSIONE, almeno parziale, arriva subito. Il 24enne albanese indagato a piede libero per lesioni e porto abusivo d'arma da fuoco, rintracciato dopo il regolamento di conti in via Alfonsine a Umbertide, a pochi passi dal parco Ranieri, ammette di essere l'autore degli spari che hanno gambizzato un connazionale di 36 anni. Adesso, difeso dal suo avvocato di fiducia, Omar Khmayes, spiega di aver vissuto per mesi un incubo fatto di minacce, estorsioni e pestaggi, prima dell'aggressione del Sabato Santo per un modesto debito di droga di poche centinaia di euro che lui aveva nei confronti del gruppo di cui faceva parte il 36enne ferito.
E' UNA VICENDA ancora tutta da scrivere quella sfociata nella gambizzazione dell'albanese ricoverato in ospedale a Città di Castello dopo essere stato raggiunto da due colpi di arma da fuoco al ginocchio e ad un piede. Una vicenda che coinvolge traffici di droga all'ombra di clan stranieri. Il 24enne, un metalmeccanico incensurato con un problema di assunzione di cocaina, tanto da aver tentato la strada del Sert, è stato interrogato lunedì dal pubblico ministero Michele Adragna che coordina le indagini del commissariato di Città di Castello e della squadra mobile di Perugia, ribaltando l'intera storia. Ha spiegato agli inquirenti di essere finito nel giro della droga e di aver maturato, nel tempo, debiti con il gruppo di cui faceva parte il connazionale ferito. All'appuntamento con gli spacciatori andò insieme allo zio e ad un cugino, per paura. Il gruppo si presentò invece con due auto: otto-nove persone in tutto che avrebbero cominciato a pestare i parenti. Lui si procurò una pistola, proprio per andare all'ennesimo incontro chiarificatore sapendo che rischiava di essere picchiato. Sospettava che i connazionali volessero vendicarsi. E sparò - questa la sua versione - solo quando venne aggredito. Tre colpi in aria, due contro il fratello dell'albanese che ha indicato come il ‘capo'. Il resto è la fuga, la pistola, una semiautomatica che viene gettata nel Tevere. Ai poliziotti ha indicato il punto esatto ma, finora, le ricerche hanno dato esito negativo. Una versione su cui sono in corso le indagini per capire se il 24enne abbia raccontato tutto, oppure se dietro al violento confronto che ha scosso Umbertide ci sia anche dell'altro.
Erika Pontini
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 19-04-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre di Cronaca

Fighille, i lupi sbranano una capra

CITERNA AVVISTATI A POCHI METRI DAL CENTRO ABITATO

- CITERNA - AVVISTAMENTI di lupi a spasso per Fighille, a pochi metri dal centro abitato e persino un agguato notturno ai danni di una capra. GLI ABITANTI della frazione di Citerna, già nei giorni scorsi, aveva notato in lontananza una coppia di lupi insieme ad alcuni cuccioli avvicinarsi sempre... continua >>

(14-12-2017)

Bossari, trionfo umbro al Grande Fratello Che venga qui a celebrare le nozze

LA STORIA IL CONDUTTORE HA CASA NEL TIFERNATE

- CITTA' DI CASTELLO - QUELLA di Daniele Bossari è una vittoria anche un po' umbra, almeno nell'affetto che lega lui e la moglie Filippa Lagerback a questa terra, e precisamente a Città di Castello dov'è nata la figlia Stella. E in queste ore, dopo la vittoria di Daniele al Gf... continua >>

(06-12-2017)

Lo potete leggere anche nelle interviste

La citta' e' rimasta di stucco

Lo potete leggere anche nelle interviste pubblicate in questo pagina: il gesto della donna che ha cercato di uccidersi per lavoro, rinunciando alla vita anche se questo significava rinunciare ai figli e agli affetti più profondi, ha suscitato sgomento a Sansepolcro soprattutto per le implicazioni sociali che l'episodio si porta... continua >>

(06-12-2017)

I commercianti tifernati rimborsano anche il parcheggio ai clienti

Si accende il Natale in citta' Luminarie nuove e quattro alberi

CITTA' DI CASTELLO - DALLO SCORSO fine settimana a Città di Castello è ufficialmente arrivato il Natale. Due gli appuntamenti a suggello di questo momento: l'accensione delle luminarie in centro storico e l'inaugurazione della Mostra d'Arte Presepiale nella cripta del Duomo, dove sono esposte 200 opere ispirate all'arte del Presepe.... continua >>

(05-12-2017)

Capodanno di sangue in piazza Accoltellatore condannato a 4 anni

UMBERTIDE RAGAZZO CON IL POLMONE PERFORATO

- PERUGIA - QUATTRO anni di reclusione. E' questa la sentenza di condanna che il giudice Lidia Brutti ha emesso nei confronti di un 25enne di origine albanese che la notte di capodanno dello scorso anno, accoltellò due ragazzi in piazza a Umbertide. Per lui, difeso dagli avvocati Daniela Paccoi... continua >>

(29-11-2017)

L'adolescente ucciso dall'ecstasy. Lo spacciatore vuole patteggiare

L'appello dei genitori di Lucaccioni Giustizia per il nostro Lamberto

- CITTA' DI CASTELLO - «NO, NON POSSIAMO accettare che passi il messaggio che di fronte a comportamenti così scellerati vi sia l'impunità. Occorre una risposta netta affinché tutto ciò non si ripeta e nessuna famiglia debba più subire, impotente, una tragedia che qualcuno vorrebbe liquidare come un semplice incidente... continua >>

(28-11-2017)

La Lega interroga il Comune: ‘Le famiglie sono preoccupate

Scabbia a scuola, protesta e polemica Genitori avvertiti con ritardo

- CITTA' DI CASTELLO - «I GENITORI sono stati avvertiti con ritardo del caso di scabbia in una scuola». Riccardo Augusto Marchetti, capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale, non usa mezzi termini per portare la questione fra i banchi della massima assise consiliare con una interrogazione urgente che nasce... continua >>

(24-11-2017)

Montedoglio, atteso il si definitivo da Roma

CITTA' DI CASTELLO PROGETTO-SICUREZZA

 IL PROGETTO esecutivo per il ripristino della soglia sfiorante dello scarico di superficie della diga di Montedoglio, sul Tevere, è interamente depositato a Roma, da dove si attende il definitivo via libera. A dirlo è stato il neo-presidente dell'Eaut (Ente Acque Umbre Toscane) Domenico Caprini durante il summit che si... continua >>

(22-11-2017)

Falsi addetti Aimet e potenziali truffatori L'azienda lancia di nuovo l'allarme

UMBERTIDE IL RAGGIRO SULL'USCIO DI CASA

- UMBERTIDE - NON BASTAVANO i furti a raffica nelle case: ora gli altotiberini hanno a che fare con i truffatori travestiti da operatori Aimet. L'importante azienda attiva nel campo dei servizi energetici torna a lanciare l'allarme (come già fece nel luglio del 2016): occhio a chi offre sconti su bollette... continua >>

(22-11-2017)

Il percorso doveva essere pronto l'anno scorso

LA PISTA-FANTASMA

- CITTA' DI CASTELLO - «A CHE PUNTO sono i lavori della pista ciclabile lungo il Tevere?». La risposta arriverà dall'apposita commissione con i tecnici, che analizzeranno lo stato dell'arte della infrastruttura viaria a fianco del fiume. Il via libera all'incontro è arrivato durante l'ultima seduta del Consiglio comunale, quando... continua >>

(17-11-2017)

Che Tempo Fara'