NOTIZIE LOCALI

Altre News Chiude il passaggio a livello pedonale. Residenti infuriati: bloccato un treno

Sansepolcro, la mobilitazione al Trebbio fa ritardare la partenza

di CLAUDIO ROSELLI  
RITARDANO la partenza del treno dalla stazione di Sansepolcro per protesta contro la chiusura, divenuta obbligatoria, dell'attraversamento ferroviario pedonale all'altezza della vecchia strada per la frazione Trebbio. È successo nella tarda mattinata di ieri (erano da poco passate le 12), quando i residenti di via del Regliarino hanno visto a sorpresa gli operai della ditta di incaricata, con sede a Todi, che stavano transennando la barriera in cemento. Tutto bloccato, almeno momentaneamente, perché gli addetti ai lavori sono ripartiti nel primo pomeriggio, lasciando però sbarrato il passaggio. Alle 15, il sindaco Mauro Cornioli e il suo vice, Luca Galli, si sono recati sul posto per incontrare i cittadini molto arrabbiati, che nel frattempo avevano raccolto oltre venti firme.
Il vecchio passaggio a livello incustodito era stato chiuso alla circolazione dei veicoli nel 2002, a seguito dell'ennesimo incidente stradale (fortunatamente non mortale, in quella circostanza) per lasciare spazio al solo transito di pedoni e ciclisti, con tanto di segnalazione luminosa e acustica che per giunta - ci è stato riferito - non sempre entrerebbero in funzione. La spiegazione dei lavori era contenuta nel foglio visibile con carta intestata di Umbria Mobilità, nella quale si specifica che il Comune di Sansepolcro, con ordinanza numero 24 del 9 febbraio 2017, ha disposto la chiusura totale del passaggio a livello. Quando intorno alle 11 si sono resi conto della situazione, gli abitanti della zona non ci hanno pensato due volte nell'occupare il binario, tenendo bloccato il treno. La loro prima lamentela è relativa alla comunicazione del provvedimento: «Hanno avuto davanti più di due mesi per dircelo perché allora non lo hanno fatto? Crediamo che un'amministrazione abbia il dovere di informare per tempo i cittadini». La seconda annotazione entra nel merito della questione: «Chi usufruiva di questo passaggio dovrà adesso compiere un giro molto più lungo. Sul lato di viale Pacinotti c'è la pensilina con la fermata del treno (chiamata Trebbio e adoperata soprattutto dagli studenti che frequentano il vicino liceo) e quindi chi vi arriva dalla parte opposta non potrà più accedervi, mentre finora risolveva il tutto in pochi metri».
IL COMUNE ha allora esposto le proprie ragioni: «Dopo la sciagura di Andria dello scorso luglio - questa la precisazione di Cornioli e Galli - l'Italia si è dovuta adeguare alla normativa europea che vieta tassativamente ogni attraversamento a raso pedonale sulle linee ferroviarie. Umbria Mobilità ha girato la disposizione a noi, che come amministrazione diventiamo responsabili di qualsiasi cosa dovesse accadere, per cui dobbiamo istituire l'interdizione totale e pensare semmai, per il futuro, a un sottopassaggio carrabile e pedonabile, che però non costa certo due soldi». I residenti non la mandano giù e chiedono una revoca, ma Cornioli è inflessibile: «La regola è ora questa e dobbiamo applicarla».
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 19-04-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre News

Oggi la visita del presidente del Senato

CITTA' DI CASTELLO

- CITTA' DI CASTELLO - SALIRÀ alle 18 sul palco del Teatro degli Illuminati, il presidente del Senato, Pietro Grasso, per la lectio magistralis su «Franchetti, il Mezzogiorno e la mafia», in cui racconterà la modernità della figura di Leopoldo Franchetti, in occasione del centenario della sua scomparsa. OGGI Grasso... continua >>

(23-10-2017)

E' bagarre sull'uso dei fitofarmaci Botta e risposta in Consiglio comunale

ANGHIARI 'INSIEME' REPLICA ALLA MAGGIORANZA

NELLA BAGARRE politica che investe Anghiari, l'uso dei fitofarmaci in agricoltura è senza dubbio uno fra i motivi scatenanti del dibattito consiliare. L'Unione dei Comuni ha intrapreso un percorso per l'elaborazione di un regolamento sul loto corretto utilizzo e all'interpellanza di Insieme per Anghiari sull'opportunità di adottarne uno, il sindaco... continua >>

(20-10-2017)

Dai ragazzi del Cavallotti domande sul suo ruolo istituzionale

Il Prefetto in visita all'Alberghiero Tra enogastronomia e legalita'

- CITTA' DI CASTELLO - «IL PAESE ha bisogno delle vostre professionalità e della concretezza propria degli indirizzi di studio tecnici». Queste le parole che il prefetto di Perugia, Raffaele Cannizzaro, ha detto ieri mattina alla platea di giovani studenti, durante il suo tour nell'istituto di istruzione superiore «Patrizi Baldelli... continua >>

(19-10-2017)

LA LORO pizzeria, a meta' corso, domenica e' stata presa d'assalto in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni di attivita'

Premiati Vincenzo e Stefania, Cinquant'anni di pizze gustose

- CITTA' DI CASTELLO - LA LORO pizzeria, a metà corso, domenica è stata presa d'assalto in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni di attività. Dietro al banco, marito e moglie, Vincenzo Manni e la signora Stefania Febino (nella foto), che dal 1967 servono la pizza a intere generazioni... continua >>

(17-10-2017)

Ora i non vedenti si aprono all'arte

IL PROGETTO 'VIBE' DELLA COOP ATLANTE VINCE UN BANDO INTERNAZIONALE

- CITTA' DI CASTELLO - LA COOPERATIVA Atlante Servizi Culturali si aggiudica un importante bando europeo di durata biennale. Alla base del progetto: relazioni internazionali tra musei, con particolare attenzione alla disabilità visiva. Fra i 548 progetti presentati da 40 Paesi europei al programma Europa Creativa 2017, ne sono stati... continua >>

(17-10-2017)

Per lo storico palazzo un investimento di circa 190mila euro

Al via il restyling del Loggiato Porte scorrevoli e nuovo ascensore

- CITTA' DI CASTELLO - PORTE scorrevoli in vetro, un nuovo ascensore e scale che verranno completamente sistemate. Al via il ‘make up' del loggiato Bufalini, per rendere lo storico palazzo ancora più confortevole e agevole, grazie a un investimento che sfiora i 190 mila euro. Già stabilite anche le... continua >>

(13-10-2017)

Cure palliative Il Pd dice no Ed e' subito polemica

UMBERTIDE

- UMBERTIDE - IL PD dice no alle cure palliative ed è subito polemica. E' stato il movimento Umbertide Cambia a chiedere il potenziamento delle cure palliative in ambito domiciliare e la dotazione dell'ospedale locale di spazi e personale dedicato, puntando in un prossimo futuro alla realizzazione... continua >>

(12-10-2017)

Il vescovo tra i liceali a parlare di educazione e vita

CITTA' DI CASTELLO PROSEGUONO LE VISITE PASTORALI DI MONSIGNOR DOMENICO CANCIAN

- CITTA' DI CASTELLO - PROSEGUE senza sosta la visita pastorale nelle parrocchie del centro storico del vescovo diocesano. Monsignor Domenico Cancian nei giorni scorsi ha avuto un lungo faccia a faccia con gli studenti delle scuole del centro storico: un dibattito, avvenuto nell'aula magna del liceo classico «Plinio il... continua >>

(12-10-2017)

Il mercato settimanale si sposta Sara' allestito al Bernicchi

LA DECISIONE PER RAGIONI DI SICUREZZA

- CITTA' DI CASTELLO - MERCATO settimanale, si cambia location: non più nelle piazze del centro storico, ma nel parcheggio dello stadio «Bernicchi». Ad annunciare le modifiche in vigore da domani fino a sabato 4 novembre compreso, è stato Riccardo Carletti (nella foto), assessore al commercio e turismo: «La concomitanza... continua >>

(11-10-2017)

Il ministro Fedeli in citta' E si scatena la polemica politica

L'EVENTO CONVEGNO DELLE SCUOLE DI GRAFICA

- CITTA' DI CASTELLO - L'ARRIVO in città del ministro dell'istruzione Valeria Fedeli (nella foto), per il decimo convegno nazionale delle scuole grafiche, agita il panorama politico e sindacale. L'evento è in programma oggi e domani nella Sala dei Fasti di Palazzo Vitelli a Sant'Egidio, anche se la giornata clou... continua >>

(11-10-2017)

Che Tempo Fara'