NOTIZIE LOCALI

Cronaca Caso-Fcu: disagi soprattutto per chi da Trestina va a Umbertide

Ferrovia chiusa, studenti esasperati Un'odissea andare a scuola col bus

- CITTA' DI CASTELLO -
A DUE SETTIMANE dalla chiusura della ferrovia a correre veloci sulla tratta dell'Altotevere sono critiche e ritardi. Veramente tanti i disagi registrati soprattutto tra gli studenti, alcuni dei quali per esempio nel tragitto Trestina-Umbertide, devono attendere anche 20 minuti una coincidenza autobus che li porti a destinazione. E i tempi di percorrenza si allungano sempre di più: «A volte entriamo a scuola in ritardo e torniamo a casa dopo l'uscita da scuola, a pomeriggio inoltrato (persino dopo le 15,30 alcuni della zona sud)», dice una studentessa che ogni giorno si muove da Città di Castello verso Umbertide. «VIVIAMO così tanti disagi che alcuni nostri genitori hanno telefonato persino in Comune chiedendo spiegazioni e un impegno concreto per cercare di migliorare il servizio», continua un altro studente. E pare che, proprio a seguito di queste lamentele, nei primi giorni di ottobre saranno di nuovo cambiati gli orari delle corse autobus sostituive, con degli aggiustamenti per abbassare i tempi di percorrenza che sono molto alti (1 ora e 45 minuti Città di Castello-Perugia Santa Anna sulla carta, ma tra ritardi e coincidenze ci vuole sempre di più). I costi degli abbonamenti sono inoltre rimasti invariati: da Città di Castello a Umbertide il servizio sostitutivo ex Fcu costa 288 euro, (mentre le linea extraurbana da piazza Garibaldi 331 euro l'abbonamento annuo). LA QUESTIONE tra l'altro era finita anche nei giorni scorsi sul tavolo degli amministratori riuniti nel consiglio comunale congiunto Città di Castello-San Giustino alla presenza della presidente Catiuscia Marini e del viceministro Riccardo Nencini quando alcuni esponenti dell'opposizione, facendosi portavoce del disagio di molti pendolari, hanno chiesto tempistiche dei lavori di realizzazione ex Fcu e, la presenza di eventuali sgravi sugli abbonamenti. Anche in quella sede la presidente Marini ha ribadito l'inizio del 2018 come data di riapertura.
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 27-09-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Cronaca

Promozione del risparmio energetico: la citta' spegne le luci

SANSEPOLCRO IL COMUNE HA ORGANIZZATO PER DOMANI SERA UNA SERIE DI APPUNTAMENTI NELL'AMBITO DELL'INIZIATIVA NAZIONALE

L'APPUNTAMENTO è per domani sera con il braciere al posto dei lampioni. Per il secondo anno consecutivo, Sansepolcro aderisce all'iniziativa «M'illumino di Meno», la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico ideata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar - Radio 2, vincitrice nel 2016 del premio nazionale «Cultura della Pace». Come noto, l'iniziativa... continua >>

(22-02-2018)

Il vinile al tempo dell'i-Pod, la mostra del liceo

SANSEPOLCRO GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA CURATA DAI RAGAZZI DEL GIOVAGNOLI

IL VINILE, ovvero il disco con il microsolco, prodotto di una generazione precedente che però quella attuale sta riportando alla ribalta. In questi giorni, nei quali ricorrono i 70 anni dalla sua nascita (prima 78 giri e poi 33), il liceo artistico «Giovagnoli» di Sansepolcro è protagonista a Palazzo Pretorio... continua >>

(27-01-2018)

Dirigente infedele, scattano le perquisizioni

Spy story, c'e' l'inchiesta

di FABRIZIO PALADINO e SERGIO ROSSI HA FATTO clamore il caso Aboca, la spy story smascherata da Valentino Mercati, il patron della grande azienda di Sansepolcro. La vicenda venne a galla a fine dicembre quando fu lo stesso Mercati davanti all'assemblea dei dipendenti, convocata per gli auguri di Natale, a... continua >>

(27-01-2018)

Che Tempo Fara'