NOTIZIE LOCALI

Altre notizie No al tabacco come cultura del territorio Movimento all'attacco: Prima viene la salute

SANSEPOLCRO DURA PRESA DI POSIZIONE DI «ARTICOLO UNO MDP SU UNA QUESTIONE MOLTO SENTITA

UN'AGRICOLTURA che crei le giuste aspettative di reddito, purchè non vada a scapito della salute pubblica. Sull'impiego dei fitofarmaci, questione in piedi da oramai un paio di anni e sulla quale c'è chi ha persino impostato le campagne elettorali del 2016, torna la sezione valtiberina di «Articolo Uno-Mdp», che chiama alle proprie responsabilità chi ha in mano il governo del territorio. «E' ora di prendere una decisione - scrive il movimento - e di stendere un preciso regolamento anche in questa zona; un regolamento che - in attesa delle linee guida di indirizzo regionali, come previsto dal piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei fitofarmaci - guardi alla peculiarità del nostro territorio. Di questo tema si sta occupando - da circa un anno - una «commissione» creata ad hoc in seno all'Unione dei Comuni, ma senza esito». CON DISPOSIZIONI condivise e serie, gli agricoltori si sentirebbero meno criticati da chi, anche in ragione della prossimità con certe colture, avverte molto questo problema. Il problema è costituito dalla coltivazione del tabacco e su questo aspetto «Articolo Uno - Mdp» punta l'indice: «Il tabacco rischia di diventare la monocoltura del territorio e tale coltivazione non è più frutto del lavoro contadino ricco di socialità e di redistribuzione reddituale che abbiamo conosciuto in passato. La coltivazione del tabacco è diventata una vera e propria industria agricola: estensioni di terreno notevoli, lavorazioni con macchinari che qualche anno fa erano appannaggio della Pianura Padana e poca la redistribuzione reddituale. Ormai anche in questo settore, le macchine hanno sostituito quasi completamente l'uomo. Siamo contro gli agricoltori? Una sciocchezza. Siamo per una politica che punti sulla qualità e non sulla quantità, Proponiamo di adottare un regolamento per l'uso dei fitofarmaci che contenga delle prescrizioni a tutela di centri abitati e corpi idrici».
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 04-10-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre notizie

Sansepolcro, cosi' Carlo Masala: Rischiamo di inquinare i campi

Montedoglio, bagarre piano irriguo Gli agricoltori: un’area abbandonata

di CLAUDIO ROSELLI LE PIOGGE degli ultimi mesi (e non solo) hanno riassestato la situazione in Valtiberina dopo il gran secco dell'estate 2017. Bene Montedoglio, ma non per chi, in zona, all'invaso non è collegato. Procediamo con ordine. I dati pubblicati sul sito www.sangiustinometeo.altervista.org, curato da Mirco Mori, un giovane... continua >>

(22-02-2018)

Nardi, deciso lo sciopero a oltranza Il manager: ‘Politici rimasti a guardare’

SAN GIUSTINO MARTEDI' INCONTRO IN REGIONE CON LA NUOVA PROPRIETA'

- SAN GIUSTINO - L'ASSEMBLEA dei lavoratori della Nardi, riunita ieri mattina in azienda insieme ai sindacati, ha stabilito il proseguo dello sciopero e il presidio dei cancelli, a oltranza, o almeno fino a che la situazione non si sbloccherà. Da lunedì inizia dunque la quarta settimana di proteste. Sul... continua >>

(27-01-2018)

Che Tempo Fara'