NOTIZIE LOCALI

Altre notizie Baldi domina il memorial Bista Procelli

SANSEPOLCRO TRIPLETTA DEI BALESTRIERI BITURGENSI AL CAMPO DA TIRO LUIGI BATTI

FANTASTICA «tripletta» dei balestrieri di Sansepolcro, domenica scorsa al campo di tiro «Luigi Batti», nel prosieguo del 19esimo Memorial Bista Procelli, la gara in onore del maestro armaiolo che ha segnato una svolta nella costruzione di quest'arma. Gian Luca Baldi ha completato un 2017 già eccezionale per lui con il terzo posto nel Palio di Gubbio e con il trionfo dello scorso 10 settembre in quello disputato in piazza Torre di Berta, concedendo il bis a distanza di nemmeno un mese e precedendo altri due biturgensi, Maurizio Alessandrini e Marco Bellanti, mentre il migliore fra i tiratori delle altre città presenti (Gubbio, Assisi e San Marino) è stato il presidente della società eugubina, Marcello Cerbella, classificatosi al quarto posto. Sempre Baldi, si è pure aggiudicato il premio speciale ideato dai balestrieri di San Marino per colui che sarebbe andato a «compasso», termine usato proprio da Bista Procelli per indicare la perfezione nel colpire il bersaglio. A LIVELLO tecnico-agonistico, è stata senza dubbio la migliore edizione di sempre del memorial, con una moltitudine di verrette che hanno centrato il punteggio massimo di 33; lo stesso Bellanti, terzo classificato, è uscito in semifinale pur realizzando un 33, mentre il vincitore Baldi lo ha centrato per ben 3 volte nel corso dei vari turni. La società di casa si è così confermata grande dominatrice del Memorial Bista Procelli, avendo vinto ben 15 delle 19 edizioni finora andate in scena dal 1999. «Se guardiamo all'esito della gara - ha commentato Dario Casini, presidente della Società Balestrieri di Sansepolcro - c'è da dire che Gian Luca Baldi ha dimostrato di essere in assoluto il mattatore dell'anno, ma la graduatoria finale premia meritatamente altri due validi tiratori come Maurizio Alessandrini e Marco Bellanti. Al di là dell'aspetto tecnico, che è stato comunque di livello molto alto, mi preme sottolineare lo spirito di grande armonia che ha regnato anche stavolta: assieme a noi e agli storici amici di Gubbio, sono venuti per la prima volta anche quelli di Assisi e sono tornati quelli di San Marino. Speriamo che questo «seme» piantato possa germogliare e che la federazione del Titano si unisca ad Assisi, a Gubbio e a noi nel progetto del Bai». Claudio Roselli
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 10-10-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre notizie

Sansepolcro, cosi' Carlo Masala: Rischiamo di inquinare i campi

Montedoglio, bagarre piano irriguo Gli agricoltori: un’area abbandonata

di CLAUDIO ROSELLI LE PIOGGE degli ultimi mesi (e non solo) hanno riassestato la situazione in Valtiberina dopo il gran secco dell'estate 2017. Bene Montedoglio, ma non per chi, in zona, all'invaso non è collegato. Procediamo con ordine. I dati pubblicati sul sito www.sangiustinometeo.altervista.org, curato da Mirco Mori, un giovane... continua >>

(22-02-2018)

Nardi, deciso lo sciopero a oltranza Il manager: ‘Politici rimasti a guardare’

SAN GIUSTINO MARTEDI' INCONTRO IN REGIONE CON LA NUOVA PROPRIETA'

- SAN GIUSTINO - L'ASSEMBLEA dei lavoratori della Nardi, riunita ieri mattina in azienda insieme ai sindacati, ha stabilito il proseguo dello sciopero e il presidio dei cancelli, a oltranza, o almeno fino a che la situazione non si sbloccherà. Da lunedì inizia dunque la quarta settimana di proteste. Sul... continua >>

(27-01-2018)

Che Tempo Fara'