NOTIZIE LOCALI

Cronaca La Usl rassicura i cittadini. Famiglie sul piede di guerra

Scabbia a scuola, lettera ai genitori Basso rischio ma controllate i figli

CITTA' DI CASTELLO - UN CASO di scabbia è stato registrato in una scuola della città. L'infezione della pelle causata da un acaro è stata segnalata in una classe dell'elementare di San Pio X. Subito la Usl Umbria 1, con la responsabile del servizio di igiene e sanità pubblica, e la dirigenza didattica hanno iniziato il protocollo medico che si adotta in queste situazioni. Per oggi è previsto un summit con i vertici dell'Usl e i genitori, alcuni dei quali sul piede di guerra. Appena segnalato il caso, il piccolo paziente è rimasto a casa per seguire la cura. A scuola, invece, oltre alla profilassi fra gli insegnanti e il personale, c'è stata la comunicazione dell'azienda sanitaria alle famiglie. NELLA LETTERA la Usl descrive i sintomi della malattia e la cura da seguire e chiede ai genitori di collaborare osservando quotidianamente la pelle dei bambini per 6 settimane. «Si evidenzia che le probabilità di contagio tra i soggetti interessati sono molto basse, ma non potendo tuttavia escludere con certezza il rischio, si invitano i genitori a controllare i propri figli, ponendo particolare attenzione alla comparsa di sintomi quali prurito e lesioni cutanee. Nel caso compaiano tali sintomi, si consiglia di accompagnare il proprio figlio dal medico curante o dal dermatologo per una visita di controllo», si legge nella segnalazione dell'autorità sanitaria. SUL PIEDE di guerra i genitori degli alunni, che hanno visto recapitarsi questo messaggio dai figli al ritorno a casa dalla scuola, senza ulteriori spiegazioni. «Questa sintomatologia - ha detto Massimo Belardinelli, dirigente del Circolo, che abbiamo contattato telefonicamente - è stata immediatamente trattata seguendo i protocolli dettati dalla Usl. Stiamo monitorando il caso, ma cerchiamo di non creare allarmismi». PREOCCUPAZIONE che, invece, serpeggia fra i genitori proprio per delle «mancate spiegazioni», come hanno sostenuto le madri e i padri che hanno segnalato il caso. «Stiamo gestendo la situazione con la Usl - ha proseguito il dirigente - e in via cautelare, tutti i genitori sono stati informati compresi quelli dei bambini che hanno avuto un remoto contatto con il piccolo che ha contratto la scabbia. Ricordo che il trattamento per la guarigione è molto simile a quello che si utilizza solitamente per i pidocchi. Tutti gli istituti vengono igienizzati in maniera costante e continua».
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 23-11-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Cronaca

Promozione del risparmio energetico: la citta' spegne le luci

SANSEPOLCRO IL COMUNE HA ORGANIZZATO PER DOMANI SERA UNA SERIE DI APPUNTAMENTI NELL'AMBITO DELL'INIZIATIVA NAZIONALE

L'APPUNTAMENTO è per domani sera con il braciere al posto dei lampioni. Per il secondo anno consecutivo, Sansepolcro aderisce all'iniziativa «M'illumino di Meno», la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico ideata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar - Radio 2, vincitrice nel 2016 del premio nazionale «Cultura della Pace». Come noto, l'iniziativa... continua >>

(22-02-2018)

Il vinile al tempo dell'i-Pod, la mostra del liceo

SANSEPOLCRO GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA CURATA DAI RAGAZZI DEL GIOVAGNOLI

IL VINILE, ovvero il disco con il microsolco, prodotto di una generazione precedente che però quella attuale sta riportando alla ribalta. In questi giorni, nei quali ricorrono i 70 anni dalla sua nascita (prima 78 giri e poi 33), il liceo artistico «Giovagnoli» di Sansepolcro è protagonista a Palazzo Pretorio... continua >>

(27-01-2018)

Dirigente infedele, scattano le perquisizioni

Spy story, c'e' l'inchiesta

di FABRIZIO PALADINO e SERGIO ROSSI HA FATTO clamore il caso Aboca, la spy story smascherata da Valentino Mercati, il patron della grande azienda di Sansepolcro. La vicenda venne a galla a fine dicembre quando fu lo stesso Mercati davanti all'assemblea dei dipendenti, convocata per gli auguri di Natale, a... continua >>

(27-01-2018)

Che Tempo Fara'