NOTIZIE LOCALI

Politica Dimissionari nove consiglieri su sedici: non c'e' piu' numero legale

Umbertide non ha piu' un governo Locchi cade, arriva il commissario

- UMBERTIDE - ADDIO GIUNTA e addio Consiglio comunale: Umbertide non ha più un governo. Sono 9 (su 16) i consiglieri comunali che ieri si sono dimessi tra maggioranza ed opposizione, facendo così venire meno il numero legale, fatto clamoroso mai successo prima. E così il tentativo del sindaco Marco Locchi di dare vita ad una «nuova» amministrazione comunale dopo lo strappo dei giorni scorsi, naufraga a causa del mancato (se pur sperato) appoggio delle opposizioni. E' stata Umbertide Cambia a dare la mazzata finale ad un funambolico Locchi che camminava sul filo dei numeri. La forza di opposizione ha infatti deciso di sommare le dimissioni di due dei suoi tre consiglieri comunali a quelle dei sette consiglieri dimissionari del Pd. RETROSCENA la concitata notte di riunioni e contatti tra Locchi e Umbertide Cambia (tra mercoledì e giovedì, contatti confermati dallo stesso sindaco) terminata con la decisione delle dimissioni dei consiglieri Stefano Conti e Claudio Faloci. Spiazzato, il sindaco ieri mattina ha tentato di restare in sella con una disperata marcia indietro, riaprendo il tavolo della discussione con il Pd e dicendosi disposto a rivedere la propria posizione sugli assetti della giunta, ma era ormai troppo tardi: l'onorevole Giampiero Giulietti, leader della corrente di maggioranza Pd ed ex sindaco, ha calato la mannaia decapitando con un colpo da maestro l'avversario Locchi con l'aiuto (di fatto) di Umbertide Cambia. IERI POMERIGGIO all'ufficio protocollo del Comune sono state depositate le dimissioni ufficiali dei nove consiglieri. Si andrà così alle elezioni dopo un periodo di commissariamento del Comune. Intanto gli appassionati di politica hanno di che discutere. Tra questi la consigliera di centro destra Giovanna Monni che infilza Umbertide Cambia: «L'avevo detto fin dalla campagna elettorale che non era altro che il Pd numero due. Ora i cittadini aprono gli occhi. La posizione di Umbertide viva invece resta di una coerenza limpidissima: opposizione a Locchi e a ogni corrente del Pd, ma mai e poi mai avrei aggiunto le mie dimissioni a quelle della corrente di maggioranza piddina, perché noi non abbiano nulla a che fare con le loro beghe e con il modo in cui hanno ridotto la città». Paolo Ippoliti
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 15-12-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Politica

Galmacci guida la Lega: Stop ai lavori per la moschea

UMBERTIDE PARLA IL NUOVO COMMISSARIO CITTADINO: LA SICUREZZA E' LA NOSTRA PRIORITA'

- UMBERTIDE - VITTORIO GALMACCI è il nuovo commissario cittadino per la Lega di Umbertide, Montone, Lisciano Niccone e Pietralunga. Ad annunciarlo il senatore Stefano Candiani, segretario della Lega in Umbria. Umbertidese, 67 anni, pensionato ed ex dirigente di un'industria farmaceutica, Galmacci ha numerose esperienze politiche alle spalle. DA SEMPRE... continua >>

(02-01-2018)

L'amministrazione Polcri nel mirino Sindaco e due assessori non bastano

ANGHIARI IL BILANCIO CRITICO DI 'INSIEME'

PROMESSE non mantenute e occasioni perse: l'opposizione di «Insieme per Anghiari» boccia in maniera inesorabile l'amministrazione del sindaco Alessandro Polcri a un anno e mezzo dal suo insediamento. Il no al dipendente da mettere a disposizione per la riapertura dell'ufficio del giudice di pace, quello alla mozione sul regolamento per... continua >>

(02-01-2018)

L’ex sindaco Locchi al contrattacco I Comuni si commissariano per mafia

UMBERTIDE INCONTRO AL RISTORANTE ADAMO

- UMBERTIDE - C'ERANO oltre 400 persone l'altro ieri sera ad ascoltare le ragioni di Marco Locchi. Un numero inatteso, su cui pochi avrebbero scommesso e che testimonia la vicinanza di una parte della città all'ex primo cittadino spodestato assieme - forse - ad una scelta di campo in vista... continua >>

(29-12-2017)

Umbertide: il leader della Lega Nord annuncia il suo arrivo in citta'

Crisi di giunta, adesso spunta Salvini Stop alla moschea se vinciamo noi

- UMBERTIDE - NON PASSERÀ, adesso meno che mai. La moschea di Umbertide è come il prezzemolo, sta bene dappertutto, e non poteva mancarne un po' nella crisi istituzionale che ha portato alla caduta della giunta Locchi. Un fatto che finisce per rimbalzare in cronaca nazionale, con il segretario della... continua >>

(21-12-2017)

Che Tempo Fara'