NOTIZIE LOCALI

Cronaca Ricerche senza sosta. Gli amici: E’ un ragazzo tranquillo

In ansia per il sedicenne scomparso Nessuna notizia da dieci giorni

– UMBERTIDE – «UN RAGAZZO tranquillo che frequenta regolarmente la scuola, gli amici della sua età, uno come tanti altri». Chi conosce bene il sedicenne di Umbertide che dal 4 gennaio manca da casa ne parla così. Dalle parole degli insegnanti e degli amici emerge il profilo di un adolescente normale, nel senso migliore del termine, con un iter scolastico nella media. Non certo un secchione che si ammazza sui libri, ma nemmeno uno scansa fatiche. Qualche piccolo problema in poche materie, ma è un fatto fisiologico per chi frequenta un istituto superiore piuttosto impegnativo e passa, come nel suo caso, dal biennio al triennio. ALTRO particolare, il ragazzo non ha fatto assenze numerose a scuola se non per soli cinque giorni da settembre, mese di inizio fino a dicembre, al momento delle vacanze natalizie. Un giovane educato, non problematico, seguito dalla famiglia che tiene molto al suo andamento scolastico, dicono le persone che lo conoscono. Ma dal 4 gennaio questo ragazzo non dà più notizie di sé. Da quando, dopo un diverbio con un familiare, ha scritto un biglietto ed è scomparso nel nulla. Quasi 10 giorni senza farsi sentire, senza sapere dov’è. E sono ore terribili per la sua famiglia, di origine straniera, ma che risiede a Umbertide da tanto tempo. La madre ne ha denunciato la scomparsa alla polizia di Città di Castello lo scorso 5 gennaio quando si è recata negli uffici tifernati per segnalare la scomparsa del figlio e chiedere aiuto. Sulla vicenda, trattandosi di un minorenne (compirà 17 anni tra pochi mesi) vige molto riserbo. Si sa con certezza che il ragazzo è sparito il 4 gennaio dall’abitazione di Umbertide dove vive con alcuni familiari: sono tutti cittadini italiani anche se di origine marocchina. Il giovane sarebbe scappato di casa a seguito di uno screzio avuto in famiglia, un normale diverbio per motivi, pare, legati allo studio e alla scuola. A quel punto il ragazzo avrebbe lasciato un biglietto chiedendo di non essere più cercato, quindi è uscito di casa e non vi ha fatto più ritorno. LA MAMMA ha atteso che il figlio tornasse, ma nulla. Col passare delle ore è aumentata la sua preoccupazione ed ha preso la decisione di denunciarne la scomparsa. Si è recata negli uffici del commissariato di polizia di Città di Castello - guidato dal vice questore aggiunto Lucia Ziliotto - dove ha presentato denuncia, raccontando l’accaduto. Da quel momento sono scattate le ricerche come da prassi, nei casi di questo genere. In queste ore la notizia è rimbalzata nei social: su Facebook qualcuno ha pubblicato la carta d’identità del ragazzo con un appello a chiunque avesse informazioni sul diciassettenne a contattare le forze dell’ordine. Ma fino a ieri nessuna segnalazione importante. Cristina Crisci Paolo Ippoliti CRONACHE In ansia per il sedicenne scomparso Nessuna notizia da dieci giorni Ricerche senza sosta. Gli amici: «E’ un ragazzo tranquillo» – UMBERTIDE – «UN RAGAZZO tranquillo che frequenta regolarmente la scuola, gli amici della sua età, uno come tanti altri». Chi conosce bene il sedicenne di Umbertide che dal 4 gennaio manca da casa ne parla così. Dalle parole degli insegnanti e degli amici emerge il profilo di un adolescente normale, nel senso migliore del termine, con un iter scolastico nella media. Non certo un secchione che si ammazza sui libri, ma nemmeno uno scansa fatiche. Qualche piccolo problema in poche materie, ma è un fatto fisiologico per chi frequenta un istituto superiore piuttosto impegnativo e passa, come nel suo caso, dal biennio al triennio. ALTRO particolare, il ragazzo non ha fatto assenze numerose a scuola se non per soli cinque giorni da settembre, mese di inizio fino a dicembre, al momento delle vacanze natalizie. Un giovane educato, non problematico, seguito dalla famiglia che tiene molto al suo andamento scolastico, dicono le persone che lo conoscono. Ma dal 4 gennaio questo ragazzo non dà più notizie di sé. Da quando, dopo un diverbio con un familiare, ha scritto un biglietto ed è scomparso nel nulla. Quasi 10 giorni senza farsi sentire, senza sapere dov’è. E sono ore terribili per la sua famiglia, di origine straniera, ma che risiede a Umbertide da tanto tempo. La madre ne ha denunciato la scomparsa alla polizia di Città di Castello lo scorso 5 gennaio quando si è recata negli uffici tifernati per segnalare la scomparsa del figlio e chiedere aiuto. Sulla vicenda, trattandosi di un minorenne (compirà 17 anni tra pochi mesi) vige molto riserbo. Si sa con certezza che il ragazzo è sparito il 4 gennaio dall’abitazione di Umbertide dove vive con alcuni familiari: sono tutti cittadini italiani anche se di origine marocchina. Il giovane sarebbe scappato di casa a seguito di uno screzio avuto in famiglia, un normale diverbio per motivi, pare, legati allo studio e alla scuola. A quel punto il ragazzo avrebbe lasciato un biglietto chiedendo di non essere più cercato, quindi è uscito di casa e non vi ha fatto più ritorno. LA MAMMA ha atteso che il figlio tornasse, ma nulla. Col passare delle ore è aumentata la sua preoccupazione ed ha preso la decisione di denunciarne la scomparsa. Si è recata negli uffici del commissariato di polizia di Città di Castello - guidato dal vice questore aggiunto Lucia Ziliotto - dove ha presentato denuncia, raccontando l’accaduto. Da quel momento sono scattate le ricerche come da prassi, nei casi di questo genere. In queste ore la notizia è rimbalzata nei social: su Facebook qualcuno ha pubblicato la carta d’identità del ragazzo con un appello a chiunque avesse informazioni sul diciassettenne a contattare le forze dell’ordine. Ma fino a ieri nessuna segnalazione importante. Cristina Crisci Paolo Ippoliti

Inserita il : 13-01-2018 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Cronaca

Citta' di Castello: il gruppetto fermato dai carabinieri

Minorenni sui tetti degli ex Molini Gioco pericoloso o Blue Whale?

– CITTA’ DI CASTELLO – LA BLUE Whale si sta diffondendo pericolosamente anche in Umbria? Cosa spinge i ragazzi, minorenni, in cima ad un tetto in bilico nel vuoto? Molte le domande alle quali, con indagini coperte da massimo riserbo, cercano di rispondere in queste ore i carabinineri di Città di Castello dopo... continua >>

(15-01-2018)

Arriva la videosorveglianza

MONTONE IN CANTIERE TANTI LAVORI SU STRADE E ILLUMINAZIONE

– MONTONE – TANTI I LAVORI che riguarderanno Montone nel 2018. Ad annunciarlo l’amministrazione comunale che ha stanziato quasi 240mila euro. LA LISTA comprende il rifacimento della pubblica illuminazione con lampade a risparmio energetico della Rocca di Braccio e del chiostro della chiesa di San Francesco; la manutenzione straordinaria del cimitero; il rifacimento dell’impianto... continua >>

(13-01-2018)

Insospettiti da un furgone, li aspettano al varco: due arrestati

Ladri in trappola dopo il furto Alla porta trovano i carabinieri

di CLAUDIO ROSELLI LI HANNO attesi al varco – come si dice in gergo – per poi sorprenderli con le mani nel sacco e arrestarli. Nottata movimentata, quella fra giovedì e ieri, per i carabinieri della Compagnia di Sansepolcro, anche se il fatto è avvenuto nella parte terminale del territorio comunale di Anghiari, vicino a Le Ville... continua >>

(13-01-2018)

Ha 17 anni ed E' scomparso il 5 gennaio. Le ricerche della Polizia

Litiga per la scuola e scappa di casa Ore di angoscia per un ragazzino

– UMBERTIDE – HA LASCIATO un biglietto ed è scomparso ormai da una settimana. Sono giorni terribili per una famiglia che risiede a Umbertide: il figlio, un ragazzo di appena 17 anni, da circa una settimana non si trova e non fornisce notizie di sé. La madre ne ha denunciato la scomparsa alla Polizia di Città di... continua >>

(12-01-2018)

Noi uomini duri, il ricordo di Brandinelli. Le riprese a Sansepolcro

Ero il figlio di Novello Novelli sul set di quel film di trent’anni fa

di CLAUDIO ROSELLI «HO APPRESO la triste notizia con gran dispiacere, sia per la persona che era, sia perchè a lui è alla fine legata la parentesi più bella della mia gioventù». Il ricordo di Novello Novelli – l’attore, caratterista e impresario teatrale scomparso l’altro ieri nella sua Poggibonsi all’età di quasi 88 anni – nelle parole di Francesco... continua >>

(12-01-2018)

Gravissimo un trentaseienne. L'incidente sulla Tiberina 3Bis

Travolto da un'auto lungo la Statale prima del Cenone di San Silvestro

- CITTA' DI CASTELLO - E' RICOVERATO in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell'ospedale tifernate a causa di un politrauma con fratture multiple, il trentaseienne che la sera del 31 dicembre è stato centrato da una vettura lungo la statale Tiberina tre Bis all'altezza della frazione di San Maiano.... continua >>

(02-01-2018)

Paura per una bambina ferita da un petardo

CITTA' DI CASTELLO USTIONE DI PRIMO GRADO E LIEVI BRUCIATURE. NON È STATA RICOVERATA

- CITTA' DI CASTELLO - DIMINUISCONO i feriti per i botti di San Silvestro: per il quinto anno consecutivo il fenomeno è stato circoscritto grazie anche alle numerose campagne di sensibilizzazione. Nell'ospedale di Città di Castello una bimba di 8 anni è stata medicata dopo essere stata colpita da piccolo... continua >>

(02-01-2018)

Gestione dell'acqua, ora e' bagarre Una concessione che fa discutere

SANSEPOLCRO LA GIUNTA COMUNALE ACCUSA

INIZIA il nuovo anno e il Comune di Sansepolcro scende subito in guerra sul versante dell'acqua. Non bastassero gli aumenti di luce, gas e pedaggi autostradali, per l'utenza di Nuove Acque è in arrivo un 5% in più nelle tariffe che si aggiunge al 3,8% applicato nel 2017. Non solo:... continua >>

(02-01-2018)

Pronto il dossier per gli inquirenti. Fulceri e Prosperi nel mirino

Spy story ad Aboca, furia Mercati Il patron chiede i danni d’immagine

di FABRIZIO PALADINO TRADITO da quello che considerava l'uomo immagine dell'azienda (Sergio Fulceri) e dal «fattore» di Aboca, Mario Prosperi. Ora lui, Valentino Mercati, vuole giustizia. E in questa settimana - come ha già dichiarato - presenterà un esposto-denuncia ai carabinieri per fare completa luce sulla spy story all'interno dell'impresa che... continua >>

(02-01-2018)

Bacchetta e Fratini chiedono un incontro alla nuova proprieta'

Nardi, scendono in campo i sindaci Realta' produttiva da difendere

- CITTA' DI CASTELLO - SOLO DOPO la pausa natalizia i 100 operai della Nardi spa, recentemente venduta a una società inglese, conosceranno il loro destino. Si parla di una forte ristrutturazione in termini umani per questo storico marchio, ufficialmente ceduto nelle scorse settimane alla società inglese che ha acquisito... continua >>

(28-12-2017)

Che Tempo Fara'