NOTIZIE LOCALI

Politica SANSEPOLCRO LAURENZI CAPOGRUPPO DEL PD ATTACCA LA MAGGIORANZA

Ordinanza sull’accattonaggio, scoppia la bagarre

DECISA CONTRARIETÀ di Andrea Laurenzi, ex vicesindaco di Sansepolcro e ora capogruppo consiliare di Pd-InComune - sulla recente ordinanza emessa per arginare il fenomeno dell'accattonaggio molesto. «Si tratta di un'ordinanza inutile e dannosa», dichiara Laurenzi. Che poi spiega: «Inutile perché fare accattonaggio non è reato nel territorio italiano, ma soprattutto perché gli atti molesti sono sempre perseguibili, senza bisogno di ordinanze. Per stroncare ogni forma di racket, basta sollecitare le forze dell'ordine a monitorare quelle forme di sfruttamento che portano le persone a mendicare per strada, garantendo un facile guadagno a chi gestisce il tutto. Inoltre, questa ordinanza dobbiamo ricordarlo ha durata limitata fino a fine ottobre poi esaurirà i suoi «effetti». È POI DANNOSA - prosegue il capogruppo di Pd-InComune - perché genera aspettative che non verranno mai soddisfatte, proprio perché lo strumento e le finalità non lo permettono, andando soltanto a parlare alla pancia delle persone e rischiando di inasprire la convivenza tra i cittadini. In un momento in cui andrebbero incentivate riflessioni e approfondimenti questa amministrazione sceglie, come sempre, la strada del facile consenso. Smettiamola di andare dietro a forme propagandistiche chiaramente inefficaci, spinte dalla Lega Nord e da una maggioranza che ha preso derive populiste connotate fortemente a destra». Sull'ordinanza «spara» anche il movimento Articolo Uno-Mdp, che dichiara di credere nel lavoro quale modo per conseguire l'emancipazione e affermare la propria dignità personale, non certo nell'accattonaggio. «In questo senso è opportuno ricordare che anche i richiedenti asilo possono temporaneamente espletare un lavoro subordinato, nonché attività di volontariato di utilità sociale, come avvenuto a Sansepolcro per alcuni mesi. Esistono inoltre - dei valori umani che la nostra comunità ha sempre riconosciuto. Riteniamo così che il ricorso allo strumento dell'ordinanza, nato per fronteggiare calamità naturali ed epidemie, sia sproporzionato se utilizzato per vietare l'accattonaggio che - qualora lo fosse - rappresenta l'ultimo dei problemi di Sansepolcro. Claudio Roselli
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 11-08-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Politica

Galmacci guida la Lega: Stop ai lavori per la moschea

UMBERTIDE PARLA IL NUOVO COMMISSARIO CITTADINO: LA SICUREZZA E' LA NOSTRA PRIORITA'

- UMBERTIDE - VITTORIO GALMACCI è il nuovo commissario cittadino per la Lega di Umbertide, Montone, Lisciano Niccone e Pietralunga. Ad annunciarlo il senatore Stefano Candiani, segretario della Lega in Umbria. Umbertidese, 67 anni, pensionato ed ex dirigente di un'industria farmaceutica, Galmacci ha numerose esperienze politiche alle spalle. DA SEMPRE... continua >>

(02-01-2018)

L'amministrazione Polcri nel mirino Sindaco e due assessori non bastano

ANGHIARI IL BILANCIO CRITICO DI 'INSIEME'

PROMESSE non mantenute e occasioni perse: l'opposizione di «Insieme per Anghiari» boccia in maniera inesorabile l'amministrazione del sindaco Alessandro Polcri a un anno e mezzo dal suo insediamento. Il no al dipendente da mettere a disposizione per la riapertura dell'ufficio del giudice di pace, quello alla mozione sul regolamento per... continua >>

(02-01-2018)

L’ex sindaco Locchi al contrattacco I Comuni si commissariano per mafia

UMBERTIDE INCONTRO AL RISTORANTE ADAMO

- UMBERTIDE - C'ERANO oltre 400 persone l'altro ieri sera ad ascoltare le ragioni di Marco Locchi. Un numero inatteso, su cui pochi avrebbero scommesso e che testimonia la vicinanza di una parte della città all'ex primo cittadino spodestato assieme - forse - ad una scelta di campo in vista... continua >>

(29-12-2017)

Umbertide: il leader della Lega Nord annuncia il suo arrivo in citta'

Crisi di giunta, adesso spunta Salvini Stop alla moschea se vinciamo noi

- UMBERTIDE - NON PASSERÀ, adesso meno che mai. La moschea di Umbertide è come il prezzemolo, sta bene dappertutto, e non poteva mancarne un po' nella crisi istituzionale che ha portato alla caduta della giunta Locchi. Un fatto che finisce per rimbalzare in cronaca nazionale, con il segretario della... continua >>

(21-12-2017)

Niente lezioni di coerenza

UMBERTIDE DURA REPLICA DEL PD AL SINDACO LOCCHI

- UMBERTIDE - «NIENTE LEZIONI di coerenza da chi ha lavorato per cambiare la maggioranza del governo cittadino». E' la dura risposta del PD umbertidese alle dichiarazioni dell'ex sindaco Marco Locchi dei giorni scorsi. Ad essa si aggiunge quella altrettanto netta dei segretari regionali e provinciali del partito, Giacomo... continua >>

(19-12-2017)

Cittadini perplessi dopo il siluramento del sindaco Marco Locchi

La gente di Umbertide preoccupata Quali progetti per il nostro futuro?

di PAOLO IPPOLITI - UMBERTIDE - CHI IN QUESTI giorni ha frequentato piazze e bar di Umbertide ha percepito almeno tre cose: la prima è lo sbalordimento di fronte ad un fatto ritenuto inimmaginabile, ovvero la caduta del governo della città stante la storica e (fino all'altro ieri) imperturbabile forza... continua >>

(18-12-2017)

Che Tempo Fara'