NOTIZIE LOCALI

Altre notizie Scavalcati dalla delibera. No, il parere non era necessario

Baldaccio: scontro tra sindaco e revisori I controllori mandano gli atti in Procura

di ALBERTO PIERINI
NON C'E' PACE dietro al Baldaccio. Neanche il sudatissimo atto consensuale che ne dispone il ritorno anticipato al Comune chiude una vicenda che si trascina da anni sulla scena aretina. L'ultimo colpo di scena arriva dai revisori dei conti: che con un referto ufficiale e riccamente motivato contestano l'ultima pagina del «libro», la delibera approvata a maggioranza in comsiglio comunale, provano a strappare il lieto fine e mandano tutti gli atti alla Procura e a quella presso la Corte dei Conti. Ipotizzano irregolarità gestionali e chiedono sia valutata l'esistenza di danni patrimoniali o addirittura responsabilità penali. A comunicarlo ai capigruppo il presidente del consiglio comunale Alessio Mattesini, a portare tutto allo scoperto è stato il Pd. Chiedendo sostanzialmente che sia il sindaco a spiegare cosa sia successo. E a farlo oggi, che è anche giorno di consiglio comunale. Di sicuro Mattesini la sua informativa la farà anche in aula, sarà poi Ghinelli a decidere se andare oltre. Quindi? Proviamo a ricostruire, per quanto possibile, la vicenda. I revisori già due volte in passato avevano bocciato la linea del Comune: e gli esiti della transazione in corso, ipotizzando possibili danni patrimoniali per l'ente. DOPPIA BOCCIATURA dopo la quale lo stesso Comune ha deciso di adottare una strada parzialmente diversa. Pur volendo comunque completare il passaggio dal privato al pubblico, ha imboccato la via della parziale risoluzione consensuale. Occhio, perché è intorno a questo aggettivo che forse si gioca la vicenda. Secondo i revisori la sostanza dell'atto (qualunque ne si a la forma) non cambia, anzi la vedono come un modo per aggirare l'ostacolo, i loro no, e tagliare il traguardo. SECONDO IL COMUNE la sostanza cambia nel metodo e nel merito. «Il sindaco - spiega dall'ufficio legale l'avvocato Stefano Pasquini - è tenuto a chiedere un parere solo nel caso di una transazione: e qui non solo non c'era più transazione ma non c'è mai stata una lite, come dimostra tutto l'excursus della vicenda». Linea blindata dalla consultazione di un notaio. «E comunque il parere dei revisori non è comunque vincolante». E in effetti i revisori nella contestazione si chiederebbero anche perché mai non sia stato adottato l'atto «in contrasto» con il collegio, come ha fatto di recente anche la Provincia: e ipotizzano un ostacolo alla loro attività di vigilanza o addirittura un modo per sottrarre quel parere alla conoscenza del consiglio, specie profilando che non si potesse escludere un danno patrimoniale. Il Comune non ci sta. Dice che l'atto è cambiato anche nella sostanza, dall'entità della posta di bilancio ai finanziamenti esterni per intervenire sulla ristrutturazione del multipiano fino al possibile inserimento nell'area di un progetto edilizio più complessivo e che avrebbe portato le sue brave opere di urbanizzazione. Un testa a testa punto per punto: che i revisori portano fino alle spese sostenute negli anni per motivare nel modo migliore i loro precedenti pareri e alla richiesta di chiarimenti sul ruolo giocato nella partita dal nuovo segretario generale. Risposta al servizio? Le motivazioni dei revisori sono state riccamente esposte e controdedotte: e fa scudo al funzionario, fino (ma su questo non c'è una conferma ufficiale) a non escludere la possibilità di farlo anche per via giudiziaria. Un duello. Che è approdato in Procura, anche se dovrebbe comportare l'apertura di un'inchiesta ma senza indagati e avvisi di garanzia, non essendoci almeno per ora il profilo del vantaggio a favore di qualcuno. Duello che il gruppo Pd, pur non entrando nel merito, definisce «un conflitto istituzionale senza precedenti tra organi dell'amministrazione». In mezzo, stavolta suo malgrado, lui, il povero Baldaccio: le auto continuano a non arrivare, i fulmini e le beghe sì. E uscendo non passano neanche dalla cassa automatica.
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 14-11-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre notizie

TUTTI d'accordo sulla prospettiva di realizzare al piu' presto il completamento della E78.

Summit con la Toscana: Completare la E78

CITTA' DI CASTELLO - TUTTI d'accordo sulla prospettiva di realizzare al più presto il completamento della E78. Adesso il Comitato per la salvaguardia e sviluppo della vallata Altotiberina «dialoga» anche con la Toscana. I membri dell'organismo hanno incontrato i primi cittadini di Monterchi, Alfredo Romanelli, e quello di Sansepolcro, Mauro... continua >>

(25-11-2017)

Il liceo Giovagnoli alla finalissima New Design

SANSEPOLCRO LA SCUOLA ALL’ATTO FINALE DEL CONCORSO LA CUI MOSTRA E' A VENEZIA

di CLAUDIO ROSELLI PER LA QUINTA VOLTA consecutiva, il liceo artistico «Giovagnoli» di Sansepolcro è stato selezionato, tra molte scuole italiane e straniere che hanno aderito all'iniziativa, per partecipare alla finalissima del concorso New Design 2017 promosso dal Ministero dell'Istruzione, la cui mostra è ospitata alla Biennale di Venezia. Il... continua >>

(25-11-2017)

Veto a Citta' di Castello sul Fanfani-Camaiti: Una scorrettezza

Scuola esclusa dall’orientamento E scatta la polemica con il Comune

di CLAUDIO ROSELLI -PIEVE SANTO STEFANO- ESCLUSO dall'orientamento scolastico sul versante umbro della vallata. È l'amara sorpresa per l'istituto superiore «Fanfani-Camaiti» di Pieve Santo Stefano, che comprende gli indirizzi professionale forestale, tecnico agrario e alberghiero nella vicina Caprese Michelangelo. Oggi si tiene un evento a Sansepolcro, nel quale il «Fanfani-Camaiti»... continua >>

(24-11-2017)

Serve maggiore sicurezza

UMBERTIDE APPELLO DELLA CONSIGLIERA GIOVANNA MONNI

- UMBERTIDE - LA RAFFICA di furti che si stanno verificando e che non lasciano tregua all'Alto Tevere preoccupa la politica. E se il sindaco Marco Locchi cerca di correre ai ripari chiedendo al Prefetto di Perugia la convocazione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, la... continua >>

(24-11-2017)

Dall'acquisto del terreno nel 2011 all'allarme sui finanziamenti

LE POLEMICHE UN ITER DURATO SEI ANNI PARTITO CON LO SFRATTO DELLE ONLUS PER DISABILI

- PERUGIA - DALLE ‘ONLUS' che si occupano di disabili «sfrattate» dai terreni comunali - venduti al Centro culturale islamico -, fino alla lettera del sindaco Marco Locchi al ministro Marco Minniti del gennaio 2017 e la rovente polemica politica: sei anni difficili per la costruenda ‘moschea' di Umbertide che,... continua >>

(24-11-2017)

Borse di studio agli studenti piu' bravi Combattiamo la fuga di cervelli

UMBERTIDE A DICEMBRE SCADE IL BANDO

- UMBERTIDE - L'ORMAI prossimo primo dicembre scade il termine per la presentazione delle domande per la borsa di studio riservata a studenti meritevoli residenti nel Comune di Umbertide, battaglia portata avanti con forza da Umbertide cambia e sostenuta da tutto il Consiglio Comunale, senza distinzioni. «Essa - dice il... continua >>

(23-11-2017)

La bottega di Santi Del Sere vince bando regionale Unica in provincia per la formazione dei giovani

ANGHIARI QUI I RAGAZZI POTRANNO IMPARARE L’INTARSIO DEL LEGNO, UNITO A TECNOLOGIE MODERNE

IMPORTANTE riconoscimento per la bottega scuola di Santi Del Sere di Anghiari: è infatti l'unica in provincia di Arezzo ad essersi aggiudicata il bando della Regione Toscana che finanzia i percorsi formativi individuali per i giovani. Un riconoscimento importante per «Mastro Santi» che potrà ospitare così due ragazzi di età... continua >>

(23-11-2017)

Il problema dei ritardi dei bus e quello delle fermate al buio

Ex Fcu, quanti disagi per i pendolari Cosi' la Lega ora chiede correttivi

- CITTA' DI CASTELLO - CON LA CHIUSURA della ex Fcu e la sostituzione del servizio con gli autobus sono tanti i disagi cui devono far fronte, quotidianamente, lavoratori e studenti pendolari. In questi mesi gli utenti hanno lamentato, tra i problemi più frequenti, «il ritardo accumulato durante i tragitti,... continua >>

(22-11-2017)

Vinti i bandi per migliorare l’ambiente, ma monastero ancora favorito

Madonna del Parto, rebus sulla sede Resta definitivamente alla ex scuola?

di CLAUDIO ROSELLi - MONTERCHI - L'ANCOR FRESCO riconoscimento di «rilevanza regionale» ha già permesso al museo della Madonna del Parto di Monterchi di aggiudicarsi due bandi: l'uno per la pedana e l'altro, in questi giorni, per una nuova sala audiovisivi con contenuti multimediali che saranno a disposizione di tutti... continua >>

(22-11-2017)

Incidente sulla E45 e problemi di viabilita' lungo le mura

Citta' di Castello: una giornata a tutto traffico

- CITTA' DI CASTELLO - BOOM di persone in centro e qualche disagio al traffico per una giornata all'insegna di una serie di manifestazioni che hanno rivitalizzato il centro storico. Ieri mattina intorno alle 10 si sono registrati dei problemi di circolazione per uno scontro all'imbocco della E45 all'altezza dell'entrata... continua >>

(20-11-2017)

Che Tempo Fara'