NOTIZIE LOCALI

Altre News Sansepolcro: a inizio 2018 prevista l'approvazione per il via dei lavori

Montedoglio, sette anni di attesa Dal disastro al progetto della svolta

di CLAUDIO ROSELLI
 E CON OGGI sono sette gli anni di distanza dal cedimento della parete di sfioro della diga di Montedoglio, in quella serata di paura e apprensione vissuta dalla popolazione dell'Alta Valle del Tevere tosco-umbra lungo l'asse Santafiora-Gricignano-Pistrino-Piosina. Tutto è ancora fermo a quel 29 dicembre 2010, ma questo anniversario sembra finalmente accompagnato da un orizzonte più sereno. «Speriamo che sia soprattutto l'ultimo anniversario privo di novità - ha commentato Domenico Caprini, dallo scorso luglio presidente di Ente Acque Umbre Toscane - e tutto lascia presagire che tale possa rivelarsi. Sono fiducioso in una risposta positiva da parte della Direzione Dighe entro le prime settimane del nuovo anno, ovvero fine gennaio-inizio febbraio. La bontà del progetto elaborato - e comprensivo di tutti gli accorgimenti richiesti in materia di sicurezza anche dal punto di vista antisismico - ci tiene tranquilli: sappiamo poi che l'istruttoria sta andando avanti bene e che vi è la volontà di chiudere questo benedetto capitolo». INTANTO, nel corso dell'ultimo mese l'invaso ha recuperato acqua dopo aver toccato il minimo storico: dalla fine di novembre fino alla metà di dicembre il livello è risalito di oltre tre metri: «Al momento - spiega il dottor Fabio Lunardi, direttore di Eaut - siamo a poco meno di quota 375 sul livello del mare ed eravamo scesi a poco più di 371,5. Ciò significa che le recenti precipitazioni ci hanno permesso di riprendere 12 milioni di metri cubi: eravamo intorno a 35, ora siamo sopra i 45. La quota autorizzata è attestata sui 383,50 metri, per cui mancano ancora più di 8 metri, pari a quei 35 milioni di metri cubi che ci porterebbero a un totale di 80. Diciamo che anche la falda ha un tantino recuperato e se di qui a fine anno dovesse piovere come accaduto in questi ultimi giorni potremmo ulteriormente risalire di un buon mezzo metro abbondante: ci starebbe in teoria anche un metro, ma già stare sopra i 50 centimetri sarebbe buono, vista la situazione e la siccità che ha caratterizzato il 2017». SIETE ORA tutti in attesa della bella notizia da Roma? «Il mio ruolo è prettamente tecnico e io per natura sono un rigido realista, però ammetto che stavolta vi sia un elemento certo in più. Sto poi notando la determinazione con la quale si voglia in breve tempo sbloccare la vicenda». E quando in novembre i vertici dell'ente avevano incontrato sindaci e amministratori della vallata, era stata illustrata ai presenti anche un'ipotesi progettuale complessiva, consistente in un progetto attuativo denominato «Più efficienza nel Sistema Montedoglio in territorio toscano e umbro», funzionale all'efficientamento e al completamento dell'invaso e all'adduzione da Montedoglio per l'Alta Valtiberina e la Valdichiana toscane e umbre.
notizia tratta da La Nazione www.lanazione.it

Inserita il : 29-12-2017 da wineuropa

Invia il tuo commento

Altre notizie di Altre News

I capannoni Brighigna tra degrado e affari sporchi

DA RECUPERARE DA VENT’ANNI LA STRUTTURA E’ ABBANDONATA

– CITTA’ DI CASTELLO – PRIMA erano pieni di gente che ci lavorava, c’erano attrezzi del mestiere, grandi vetri a schermare l’interno, il giardino intorno, i cancelli verniciati di verde. Adesso ci sono ragazzini in pericolo, ritrovo di balordi e affari sporchi e degrado post industriale: vetri rotti, distese di cemento, grandi leve... continua >>

(15-01-2018)

Sopralluogo al complesso delle terme di Fontecchio

CITTA' DI CASTELLO IL PRIMO CITTADINO HA INCONTRATO L’IMPRENDITORE FRANCESCO MILLERI, NUOVO AD DI LUXOTTICA

- CITTA' DI CASTELLO - IL RILANCIO del complesso termale di Fontecchio è stato al centro di un summit fra il sindaco Luciano Bacchetta e il manager e imprenditore tifernate, Francesco Milleri, da poco nuovo amministratore delegato del Gruppo Luxottica, che si è fermato qualche giorno in città sfruttando il... continua >>

(28-12-2017)

Città di Castello, l’attrice e' arrivata con le figlie il giorno della vigilia

Natale in famiglia per la Bellucci La diva in citta' sfoggia il nuovo look

- CITTA' DI CASTELLO - NATALE a casa, insieme alla famiglia in Altotevere anche per una delle dive del cinema più amate al mondo: Monica Bellucci. La bellissima attrice è tornata dai genitori Pasquale e Brunella per trascorrere insieme la vigilia e il giorno di Natale. Con lei le figlie... continua >>

(27-12-2017)

Eventi con Locchi e Giulietti

Crisi a Umbertide Il Pd incontra i suoi

- UMBERTIDE - GIORNI di assemblee a Umbertide, con la politica che incontra i cittadini, mentre continuano le reazioni dopo lo scioglimento del consiglio comunale. Questa sera alle 21, al ristorante «Adamo» di Corlo, l'ex sidaco Marco Locchi ha dato appuntamento ai cittadini per spiegare le ragioni della crisi. Domani... continua >>

(27-12-2017)

Cresce il distaccamento dei vigili del fuoco

ANGELI DEL SOCCORSO

- CITTA' DI CASTELLO - IL MINISTERO dell'Interno ha incrementato la dotazione organica del distaccamento permanente dei vigili del fuoco di Città di Castello, (circa mille interventi annui) attribuendogli la nuova classificazione SD3. L'implementazione dovrebbe consistere in una persona in più per turno e anche in nuove dotazioni di mezzi.... continua >>

(22-12-2017)

Che Tempo Fara'